Gli abitanti del villaggio fuggono dalle case mentre gli incendi in Spagna divampano per il quinto giorno | Notizie sui cambiamenti climatici


La Spagna invia un’unità militare per aiutare a contrastare gli incendi che infuriano vicino a una località della Costa del Sol.

Le persone sono fuggite dalle loro case in altre sei città e villaggi andalusi domenica mentre la Spagna ha inviato un’unità militare per aiutare a combattere gli incendi che infuriano vicino a una località della Costa del Sol.

Un incendio alimentato da forti venti ha ora cacciato quasi 2.000 persone e ucciso un soccorritore da quando è scoppiato mercoledì nella montuosa Sierra Bermeja sopra Estepona, un luogo popolare tra i turisti e i pensionati britannici.

Enormi pennacchi di fumo che si alzavano sopra le montagne si potevano vedere a miglia di distanza. I filmati rilasciati dai servizi di emergenza hanno mostrato i vigili del fuoco che cercavano di contenere le fiamme nel terreno arido e boscoso.

Gli sfollati, alcuni anziani, erano seduti attorno a tavoli di plastica in un centro sportivo nella vicina città di Ronda, mentre i volontari portavano acqua in bottiglia, sedie e provviste.

“È stato tutto molto veloce ed efficiente a dire la verità, ma siamo un po’ nervosi perché non sappiamo cosa accadrà”, ha detto l’informatico Abraham Lopez, che è stato evacuato dalla sua casa a Genalguacil.

Le squadre di emergenza hanno anche allontanato le persone dalle città e dai villaggi di Jubrique, Farajan, Pujerra, Alpandeire e Juzcar domenica sulle colline dove il fuoco sta bruciando a causa delle alte temperature di fine estate. Venerdì sono state evacuate altre cinque comunità.

L’incendio aveva “una potenza e una forza insolite” e stava avanzando in diverse direzioni, ha detto ai giornalisti Alejandro Garcia del centro operativo dell’agenzia per gli incendi boschivi.

Residenti evacuati riposano all’interno di un centro sportivo a causa di un incendio sulla montagna della Sierra Bermeja, a Ronda, vicino a Estepona, Spagna [Jon Nazca/Reuters]

Il primo ministro Pedro Sanchez ha annunciato il dispiegamento di un’unità militare di emergenza per aiutare a contrastare l’incendio. “Lavoreremo in coordinamento e senza sosta di fronte all’incendio che sta devastando la provincia di Malaga”, ha affermato su Twitter.

L’incendio ha riguardato oltre 6.000 ettari (14.800 acri), secondo i dati provvisori del satellite Copernicus della Commissione europea, ha affermato il ministero dell’Ambiente in una nota.

L’agenzia regionale per gli incendi boschivi dell’Andalusia ha dichiarato che 365 vigili del fuoco stavano affrontando l’incendio supportati da 41 aerei e 25 veicoli.

Il capo dell’ambiente regionale Carmen Crespo ha detto venerdì che l’incendio sembrava essere stato avviato deliberatamente e gli investigatori stavano lavorando per scoprire ulteriori dettagli.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *