Tom Brady Out-Duels Dak Prescott e i Cowboys in Opener


TAMPA, Florida — La NFL ama i suoi duelli con i quarterback, e Tom Brady e Dak Prescott hanno attaccato e risposto ripetutamente giovedì sera. Nell’apertura della stagione, Brady, che ha guidato i Tampa Bay Buccaneers al titolo del Super Bowl la scorsa stagione, e Dak Prescott dei Dallas Cowboys, che ha firmato un’estensione di contratto strabiliante nella bassa stagione, hanno scambiato touchdown in un avvincente se a volte gioco sciatto che è stato deciso sul disco finale.

I Buccaneers resistettero per una vittoria 31-29 mentre Brady e Prescott combinavano per 782 yard passate e sette touchdown. Brady ha sferrato l’ultimo pugno, guidando i Buccaneers 57 yard in meno di 90 secondi in modo che Ryan Succop potesse calciare il field goal vincente a due secondi dalla fine.

“Non c’era dubbio che avremmo vinto quella partita” perché Brady era al timone, ha detto l’allenatore dei Buccaneers Bruce Arians.

Ma il punteggio finale e le statistiche specifiche erano quasi irrilevanti per la faccenda del pass-happy che è svenuta per le grandi giocate e gli errori. Il gioco è stato un promemoria del valore di intrattenimento della NFL ed è stato accolto dagli appassionati di calcio che non hanno visto una partita dalla stagione 2020 che è stata distorta dalla pandemia di coronavirus.

La partita si è svolta nello stesso stadio dell’ultima partita della scorsa stagione, il Super Bowl LV. Anche i Bucanieri avevano lo stesso aspetto. Hanno riportato tutti i 22 titolari per difendere il loro titolo, una rarità nell’era dei free agent.

Anche la partecipazione, che era stata limitata a 22.000 spettatori per la partita per il titolo, sembrava finalmente normale. Pochi tifosi indossavano maschere, dal momento che non sono più necessarie lì, e ogni posto nel Raymond James Stadium è stato riempito, in adempimento di La promessa di marzo del commissario Roger Goodell. A quel tempo, tuttavia, i tassi di vaccinazione stavano aumentando a livello nazionale e il numero di infezioni stava precipitando.

Sei mesi dopo, la variante Delta del virus si è trasformata in un delta per la NFL, proprio come il resto del paese.

“La nostra sfida in questo momento, ed è qualcosa di cui discutiamo con la proprietà, è certamente che siamo in una grande ondata”, ha detto il mese scorso il dott. Allen Sills, direttore medico della lega. “Non è un segreto per nessuno di voi, né è un segreto per nessuno di noi in medicina quale sia l’impatto della variante Delta. È una malattia molto diversa sotto molti aspetti”.

Oltre il 90% dei giocatori della NFL e di tutti gli allenatori e lo staff sono vaccinati, eppure dozzine di loro sono risultati positivi al Covid-19 da quando i campi di addestramento sono stati aperti a luglio. Alcune delle più grandi star della lega, tra cui i quarterback Carson Wentz dei Colts e Kirk Cousins ​​dei Vikings, hanno rifiutato di farsi vaccinare.

“Siamo sicuramente più a rischio quest’anno di quanto ci siamo messi l’anno scorso”, Brady ha detto ai giornalisti questa settimana. “Voglio dire, guarda tutte le cose che stiamo facendo in modo diverso dall’anno scorso in questo momento. Quindi direi sicuramente che il rischio è per tutti”.

I 65.000 fan seduti faccia a faccia alla partita erano felici di essere tornati. Hanno posato per le foto vicino a una scultura in metallo del Super Bowl LV di fronte allo stadio e hanno bevuto birre vicino alla replica della nave pirata vicino alla zona nord. Ma alcuni hanno detto che la pandemia incombeva ancora.

“È bello essere vaccinati” e potersi muovere più liberamente, ha detto Winford Artis, titolare di un abbonamento stagionale dei Buccaneers che ha partecipato a solo due partite l’anno scorso. “Ma nella parte posteriore della tua testa, pensi alle cose perché questa è la nuova normalità. Ma si sente meglio”.

Brady e Prescott sembravano forti nel loro ritorno dagli infortuni. Brady, che ha riparato un ginocchio infortunato in bassa stagione, sembrava a suo agio in tasca. Ha completato 32 passaggi su 50 per 379 yard e quattro punteggi.

Due di questi passaggi da touchdown sono stati lanciati al tight end Rob Gronkowski, compagno di squadra di Brady per nove stagioni nel New England prima che la coppia si trasferisse in Florida nel 2020. Sono diventati solo i seconda coppia quarterback-ricevitore nella storia della lega da combinare per 100 touchdown, e la loro familiarità l’uno con l’altro è stata in mostra per tutta la sera.

A metà del terzo quarto, i Buccaneers hanno preso il controllo sulla linea delle 35 yard di Dallas dopo che il cornerback Carlton Davis ha intercettato Prescott. Brady ha trovato Gronkowski con uno strike da 20 yard sul primo down. Tre giocate dopo, Brady sembrava anticipare un blitz dei Cowboys, facendo diversi passi indietro per guadagnare tempo, mentre Gronkowski rimbalzava sul defensive end dei Cowboys DeMarcus Lawrence e scivolava intatto in mezzo al campo. Come se si trattasse di un pick-and-roll nel basket, Brady ha portato la palla a Gronkowski al volo e, pochi passi dopo, il tight end era in end zone.

“È incredibile, la chimica che hanno avuto per molto tempo”, ha detto Arians.

Prescott, che ha saltato la maggior parte della scorsa stagione a causa di un grave infortunio alla gamba, ha completato 42 passaggi su 58 per 403 yard e tre touchdown e un intercetto. Sotto pressione spesso, Prescott ha anche corso quattro volte, ma ha preso solo un sack dalla decantata corsa al passaggio di Tampa Bay. Dallas abbandonò in gran parte la corsa, correndo per 60 yard totali, 13 delle quali provenienti da Prescott.

Ma Prescott ei Cowboys non sono stati in grado di fare molto dopo aver recuperato due palle perse nella metà campo dei Buccaneers. E Brady, che si stava riprendendo da un infortunio al ginocchio che ha giocato la scorsa stagione, ha fatto pagare ai Cowboys i loro errori, tra cui un paio di field goal mancati dal kicker Greg Zuerlein, che si sta riprendendo da un intervento chirurgico alla schiena fuori stagione.

È stato un altro momento clou adatto per una lega costruita su un mucchio di iperboli.

Quell’iperbole ha fatto guadagnare un sacco di soldi ai proprietari della squadra della NFL. Dopo aver perso $ 4 miliardi l’anno scorso a causa delle restrizioni sulla partecipazione, a maggio la lega ha firmato un accordo di 10 anni con i suoi maggiori partner mediatici per un valore di oltre $ 100 miliardi. Ha anche aggiunto una 17a partita di stagione regolare, che genererà ancora più entrate.

La NFL dovrà senza dubbio affrontare ostacoli mentre attraversa la sua stagione ampliata attraverso la persistente pandemia. Ma per una notte, comunque, la NFL si è sentita di nuovo normale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *