Gli studi su rinoceronti in volo e gatti sibilanti ottengono il premio Ig Nobel | Notizie di scienza e tecnologia


L’onorificenza annuale per risultati insoliti nel campo della scienza e delle discipline umanistiche mira a far ridere e poi pensare.

È più sicuro trasportare i rinoceronti in aria quando sono a testa in giù e puoi determinare il livello di corruzione di un paese misurando i livelli di obesità dei suoi politici, secondo studi scientifici che hanno vinto premi Ig Nobel.

Uno studio sulle modalità di comunicazione tra gatto e uomo, tra cui fare le fusa, miagolare e sibilare, è stato citato anche nella categoria Biologia, che è tra alcuni dei risultati premiati online giovedì sera.

Un onore annuale per risultati insoliti nel campo della scienza e delle discipline umanistiche, l’obiettivo dichiarato di Ig Nobles è quello di far ridere e poi pensare.

I premi sono presentati da premi Nobel e di solito si tengono all’Università di Harvard, ma quest’anno è stato il secondo in cui i premi parodia si sono tenuti online.

Ad ogni vincitore è stato assegnato un trofeo di carta da assemblare e una banconota da 10 trilioni di dollari dello Zimbabwe contraffatta, in linea con la natura spensierata del premio.

Una meditazione corale su come i ponti uniscono le persone è stata inframmezzata tra le presentazioni.

“La cosa che amo dei veterinari della fauna selvatica è che voi ragazzi dovete pensare davvero in piedi e pensare fuori dagli schemi”, ha detto Robin Radcliffe, uno degli autori dello studio africano che ha concluso che i rinoceronti sono trasportati in modo più sicuro sulla schiena.

“Devi essere un genio e creativo e talvolta anche un po’ pazzo per spostare i rinoceronti in questo modo”.

I risultati secondo cui le persone potrebbero aver iniziato a farsi crescere la barba per aiutare ad attutire l’impatto dei colpi hanno ricevuto il premio per la pace.

Gomma da masticare e orgasmi come efficaci decongestionanti sono stati alcuni degli altri argomenti di ricerca che sono stati premiati, nonché un esperimento per capire perché i pedoni non si scontrano costantemente con altri pedoni.

Susanne Schotz dalla Svezia ha vinto il premio di biologia per l’analisi delle variazioni in “fusa, cinguettio, chiacchiericcio, trillo, tweedling, mormorare, miagolare, gemere, squittire, sibilare, ululare, ululare, ringhiare e altre modalità di comunicazione gatto-uomo” e persino mostrò alcuni dei rumori che aveva studiato.

Marc Abrahams, il cerimoniere e direttore della rivista Annals of Improbable Research, che produce l’evento, ha avuto l’ultima parola dopo lo spettacolo.

“Se non hai vinto un premio Ig Nobel quest’anno, e soprattutto se l’hai fatto, meglio fortuna l’anno prossimo”, ha detto.

Nella storia del premio, Andre Geim è l’unico vincitore del premio Ig Nobel che è diventato un premio Nobel.

Geim è stato insignito del Premio Nobel per la Fisica 2010 per la creazione di grafene. Un decennio prima aveva ricevuto l’Ig Nobel nel 2000 per aver usato i magneti per far levitare una rana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *