Apple non permetterà a Epic di riportare Fortnite sull’App Store della Corea del Sud

Apple afferma che non consentirà a Epic Games di tornare nell’App Store fino a quando non accetterà di “giocare secondo le stesse regole di tutti gli altri”. Oggi Epic ha chiesto ad Apple di ripristinare il suo account sviluppatore in modo da poter rilasciare nuovamente la versione iOS di Fortnite in Corea del Sud, che ha recentemente approvato un disegno di legge che obbliga Apple e Google a consentire sistemi di pagamento in-app alternativi.

Apple, tuttavia, sostiene che non ha alcun obbligo di lasciare Epic nell’App Store. “Come abbiamo sempre detto, saremmo lieti del ritorno di Epic sull’App Store se accettassero di giocare secondo le stesse regole di tutti gli altri”, afferma un portavoce di Apple in una nota. Il Verge. “Epic ha ammesso di aver violato il contratto e al momento non ci sono basi legittime per il ripristino del proprio account sviluppatore.”

La legislazione sudcoreana non è ancora entrata in vigore, ma se e quando lo farà, secondo Apple, ciò non avrà alcuna incidenza sul processo dell’azienda per l’approvazione degli account degli sviluppatori. Fino a quando Epic non accetterà di rispettare le linee guida per la revisione delle app dell’App Store, Apple non prenderà in considerazione la sua richiesta.

Fortnite, uno dei videogiochi più popolari al mondo, non è disponibile su App Store dall’agosto dello scorso anno. Alla fine Apple ha chiuso l’account sviluppatore di Epic in risposta a un Fortnite aggiornamento che ha evitato il requisito di pagamento in-app dell’App Store per evitare di pagare ad Apple il taglio del 30%. Epic ha quindi fatto causa ad Apple ed è andata in tribunale a maggio, con un verdetto ancora da venire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *