Recensione Keychron Q1: una tastiera di qualità per appassionati fin da subito

La nuova tastiera meccanica di Keychron, la Q1, ha ottenuto qualcosa di davvero impressionante. Ha preso i tipi di funzionalità e il livello di qualità normalmente riservati alle costose tastiere personalizzate da assemblare vendute in tirature limitate e lo ha reso disponibile in un unico pacchetto adatto ai principianti.

Queste funzionalità di alta qualità includono il supporto per il firmware open source che consente di personalizzare all’infinito il layout e le funzionalità della tastiera, interruttori sostituibili a caldo che consentono di modificare la sensazione di digitazione senza dover eseguire alcuna saldatura e un livello di costruzione che è miglia avanti della maggior parte delle tastiere tradizionali a questo prezzo di $ 169.

È questa attenzione su una costruzione più premium che è un nuovo territorio per Keychron, un’azienda che si è fatta un nome offrendo tastiere meccaniche relativamente convenienti dotate di funzionalità intuitive come la connettività wireless Bluetooth e un comodo supporto per Mac e Windows.

Il Q1 si trova a metà strada tra le radici tradizionali di Keychron e queste tastiere personalizzate più premium. Non è wireless e non è nemmeno conveniente come le precedenti tastiere Keychron. Ma è anche un pacchetto che alla fine dovresti essere in grado di acquistare senza il tipo di problemi e tempi di consegna che possono derivare da molti acquisti di tastiere di nicchia. Keychron potrebbe non essere un nome familiare allo stesso modo di Corsair o Logitech, ma sfoglia il suo sito e scoprirai che la maggior parte delle sue tastiere sono attualmente in stock e pronte per la spedizione.

Tutto ciò rende Keychron Q1 una tastiera meccanica molto facile da consigliare.

Il Keychron Q1 è una tastiera in alluminio al 75%, il che significa che ha tanti tasti quanto una tipica tastiera per laptop, inclusa una riga di funzioni. È disponibile come pacchetto completo per $ 169 in nero, grigio o blu, con copritasti a doppio scatto in ABS abbinati. Altrimenti, puoi optare per un modello bare-bone da $ 149 che non viene fornito con interruttori o keycap, ma che ti fa risparmiare solo $ 20, il che non mi sembra utile. A meno che tu non abbia già interruttori e copritasti in giro, personalmente opterei per una versione completamente assemblata. È possibile sostituire facilmente sia i cappucci che gli interruttori in un secondo momento e l’hardware per rimuoverli facilmente entrambi è incluso nella confezione, non è necessaria alcuna saldatura. Un’eccezione è se sei in Europa e desideri una versione ISO della tastiera: questa versione è disponibile solo come kit essenziale.

Il design del Q1 sembrerà immediatamente familiare a chiunque abbia posato gli occhi su una GMMK Pro, una popolare tastiera rilasciata all’inizio di quest’anno. Una differenza notevole è che al momento il Q1 non ha la possibilità di installare una manopola rotante in alto a destra, che il GMMK Pro include per fungere da controllo del volume, ma che può anche essere rimappata per riempire una varietà di altri funzioni. Keychron afferma che alla fine venderà una versione del Q1 con una manopola simile a ottobre per $ 179, ma non è disponibile al momento del lancio e non sarà disponibile come aggiornamento aftermarket per i Q1 esistenti.

Invece, in alto a destra hai la possibilità di includere una chiave extra o sostituirla con una piccola piastra quadrata con a disegno di tua scelta stampato su di esso. Preferirei la chiave in più, personalmente.

Un semplice interruttore cambia la tastiera tra le modalità Mac e Windows.

Una solida custodia in alluminio senza regolazione dell’altezza.

A completare il tour fisico, in alto a sinistra troverai un interruttore fisico per mettere la tastiera nelle modalità Mac e Windows (i tasti per entrambi sono inclusi nella confezione, come è standard con le tastiere di Keychron). Sul fondo ci sono quattro piedini per fermare lo scorrimento della tavola su una scrivania, ma non ci sono piedini regolabili in altezza. La loro assenza non mi ha infastidito.

Il design e la costruzione del Q1 sono un grande allontanamento dalle precedenti tastiere Keychron, che sono state realizzate con materiali più economici e più leggeri, ma hanno anche incluso extra di facile utilizzo come il supporto Bluetooth e i piedini regolabili in altezza. Il Q1 potrebbe non essere così ricco di funzionalità, ma la sua qualità costruttiva complessiva è di un altro livello rispetto alle altre schede Keychron. In genere penso che sia un errore equiparare la tecnologia “pesante” con la tecnologia “di alta qualità”, ma in questo caso la costruzione per impieghi gravosi del Q1 lo rende assolutamente più premium.

Un cavo da aviatore, se ti piace questo genere di cose.

Trascorri del tempo nei forum di tastiere meccaniche e scoprirai rapidamente che ci sono una serie di mod che le persone amano apportare alle loro tastiere, sia per farle sentire più piacevoli da digitare, suonare meglio o semplicemente per sembrare semplicemente belle. La particolarità del Keychron Q1 non è che sta facendo qualcosa di particolarmente nuovo, ma che viene fornito con una serie delle mod più comuni applicate.

Il suo cavo USB è l’esempio più ovvio. Una delle modifiche più semplici che la maggior parte delle persone apporta alle proprie tastiere è quella di sostituire il noioso cavo USB fornito nella confezione con qualcosa di più interessante, magari ricoperto da un bel tessuto intrecciato, arrotolato a spirale o con un connettore aviatore completamente eccessivo a metà. la linea. Bene, questo è esattamente il cavo fornito di serie con il Q1. Personalmente non sono mai stato un fan di cavi troppo ingegnerizzati come questi, ma a giudicare dagli utenti su Reddit, sono in minoranza. Almeno non influisce sul funzionamento del cavo.

Altrove, ci sono altri esempi di mod tipicamente aftermarket inclusi come standard. Guarda gli stabilizzatori PCB a vite prodotti da Gateron del Q1 (i meccanismi sotto i tasti più lunghi come la barra spaziatrice che impediscono loro di oscillare) e vedrai che il lubrificante è stato applicato per ridurre il loro tintinnio, che è un altro tweak che la gente consiglia per la tua tastiera. Immagino che la maggior parte degli appassionati vorranno modificare la quantità di lubrificante per ottenere esattamente il suono che preferiscono, ma per me la quantità che è stata applicata ha fatto un ottimo lavoro nel ridurre il rumore che potrebbero altrimenti produrre.

Anche gli interruttori Gateron “Phantom” forniti con la scheda hanno applicato del lubrificante, nella speranza di renderli più fluidi durante la digitazione. Gli interruttori sono disponibili in una tipica selezione di varietà lineari rosse, marroni tattili e blu a scatto, e ho usato le versioni marroni per la maggior parte del mio tempo con la scheda. Nonostante il marchio Phantom, era difficile distinguere gli interruttori dai normali Cherry MX Browns, con quella protuberanza tattile sempre così leggera che ami o odio assolutamente. Sono un orgoglioso membro del primo gruppo.

La modifica più comune che le persone tendono ad apportare alle loro tastiere è con i copritasti, e sfortunatamente non ho una risposta per te sul fatto che i copritasti di serie di Keychron possano essere all’altezza della qualità delle alternative aftermarket. Non ho ricevuto un campione di recensione dei cappucci ABS forniti da Keychron con le versioni completamente assemblate del Q1. Invece, ho usato uno di I set da $ 40 di Keychron realizzato in plastica PBT più resistente. Non sono perfetti, ma per questo prezzo, penso che potresti fare molto peggio. Non ho problemi con la durata dei copritasti, ma guarda attentamente e vedrai che la stampa delle loro leggende non è eccezionale, e c’è una sorta di nebulosità in loro che sembra quasi che l’inchiostro stia sanguinando nell’area intorno ad ogni lettera.

Al contrario, l’ABS (che è ciò di cui sono fatti i copritasti che effettivamente vengono forniti con la tastiera) ha generalmente la reputazione di essere meno resistente del PBT, grazie al modo in cui può sviluppare una lucentezza nel tempo con l’uso. Ma considerando che arrivano solo con un premio di $ 20 insieme a un set di interruttori, penso che abbia senso prendere un set.

I keycap PBT da $ 40 di Keychron sono buoni, non eccezionali.

Il cavo USB-C si collega alla parte superiore sinistra della scheda.

Nessun layout di tastiera compatto sarà perfetto per tutti, quindi è fantastico che il layout di Keychron Q1 sia completamente personalizzabile. Meglio ancora, è personalizzabile grazie al supporto per QMK, un potente standard firmware open source compatibile con una pletora di diversi software di configurazione. Keychron consiglia di utilizzare il software Via a configurare il layout del Q1, che è generalmente un software ben progettato e facile da usare.

L’unica critica che ho sul processo di personalizzazione è che è un po’ poco intuitivo come funziona quando si utilizza la tastiera in modalità Windows. Se vuoi modificare il layout utilizzato quando la tastiera è nella sua modalità “Windows” (c’è un piccolo interruttore etichettato Mac / Windows in alto a sinistra della scheda), dovrai regolare “Layer 2” in Via o il tuo QMK software di scelta, che non è ovvio a prima vista.

Il Q1 ha anche tecnicamente un LED RGB integrato in ciascuno dei suoi interruttori, ma questa non è la tastiera da ottenere se vuoi un odioso oggetto luminoso sulla tua scrivania. Nessuna delle opzioni di keycap di Keychron ha alcuna trasparenza per consentire alla luce di risplendere attraverso di esse e il case stesso non lascia molto spazio alla luce per risplendere. Ti rimane quella piccola quantità di luce che è in grado di filtrare attraverso i sottili spazi tra i copritasti, il che mi sta bene come uno che spegne l’illuminazione su ogni tastiera che usa comunque.

C’è molto da fare nell’esperienza di digitazione del Keychron Q1. Ci sono i suddetti interruttori pre-lubrificati, così come il fatto che il suo circuito è montato su una guarnizione anziché essere avvitato nel case, dandogli una leggera quantità di flessibilità durante la digitazione. E poi c’è la struttura pesante da 3,5 libbre (1,6 kg) della tastiera, che la mantiene saldamente piantata sulla scrivania durante la digitazione.

Non ho intenzione di fingere di sapere quale di questi meriti la maggior parte del merito per la sensazione generale del Keychron Q1. Tutto quello che so è che questa tastiera offre la migliore esperienza di digitazione pronta all’uso di qualsiasi tastiera che abbia mai usato, ed è in una lega diversa dalla maggior parte delle tastiere tradizionali a questo prezzo.

La digitazione ha una sensazione meravigliosamente nitida e pulita, accentuata dalla mancanza di rumore proveniente dalla barra spaziatrice. Penso che sia fantastico digitare con gli interruttori marroni tattili che ho usato. È il tipo di tastiera che è una gioia usare ogni singolo giorno, indipendentemente dal fatto che tu stia scrivendo migliaia di parole di copia, giochi o qualsiasi altra via di mezzo.

Penso che molte persone saranno molto contente del modo in cui Keychron Q1 si sente come stock, ma è anche una tastiera abbastanza facile da modificare da soli. Keychron fornisce una piccola chiave a brugola nella scatola, che garantisce un facile accesso all’interno della tastiera tramite le otto viti sul lato inferiore, e ci sono guarnizioni e schiuma extra se vuoi sperimentare per ottenere un suono e una sensazione diversi dalla scheda . È un processo abbastanza indolore smontare la tastiera, anche se dovrai fare attenzione al piccolo cavo a nastro che collega il circuito principale alla scheda più piccola che ospita il connettore USB-C. In definitiva, sembra una tastiera progettata per essere smontata, a differenza di molte altre tastiere che hanno adesivi di garanzia dall’aspetto spaventoso che devi rompere per accedere alle viti delle chiavi.

La tastiera è tecnicamente dotata di interruttori RGB…

…ma sarebbe difficile vederli nella maggior parte delle situazioni.

A metà della stesura di questa recensione, un collega mi ha inviato un messaggio chiedendomi una raccomandazione sulla tastiera e senza esitare ho consigliato il Keychron Q1. A parte essere wireless, fa praticamente tutto ciò che si può desiderare da una tastiera meccanica compatta. È facile sostituire i suoi interruttori, è facile personalizzarne il layout ed è un sogno su cui digitare.

Il Q1 è stato paragonato ai tipi di tastiere personalizzate che possono costare diverse centinaia di dollari e quasi tutte richiedono un po’ di assemblaggio da parte dell’utente finale. Ma ovviamente non sarà mai migliore di queste tavole, non fuori dagli schemi. Non a causa di una mancanza di qualità costruttiva, ma perché è quel piccolo pezzo di autoassemblaggio che adatta davvero una tastiera personalizzata alle tue esatte esigenze.

Con un po’ di lavoro, un po’ di lubrificante qui, o qualche upgrade di switch lì, sono sicuro che la Q1 potrebbe avvicinarsi al livello di qualità di alcune di queste schede personalizzate, e il design di Keychron è felice di accogliere gli armeggiare. Ma penso che la cosa più impressionante sia quanto si avvicina il Q1 come standard. È una tastiera straordinaria per chi vuole solo acquistare qualcosa di completamente assemblato e senza lunghi tempi di attesa. A meno che tu non sia impostato su una tastiera wireless o non hai bisogno dei tasti extra offerti da un modello più grande, Keychron Q1 è una scelta facile da fare.

Fotografia di Jon Porter / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *