La California anticipa il disegno di legge sugli algoritmi del lavoro di Amazon

La California è vicina all’emanazione di una legge unica nel suo genere che impedirebbe ad Amazon e ad altre società di punire i magazzinieri che non rispettano determinati parametri di prestazione per il riposo o le pause pranzo.

Se approvato, il disegno di legge, DA 701, consentirebbe agli addetti al magazzino di sfidare gli obiettivi prestazionali che molti dicono scoraggiarli dal fare pause per il bagno o altre pause di riposo durante la giornata lavorativa. Il disegno di legge è stato scritto in risposta agli alti tassi di infortuni segnalati nei magazzini Amazon dove le quote di performance sono applicate algoritmicamente.

Il Senato della California ha approvato la misura mercoledì, rimandandola all’Assemblea dove possono essere apportate piccole modifiche prima che arrivi finalmente sulla scrivania del governatore Gavin Newsom. Newsom non ha segnalato se firmerà il disegno di legge.

AB 701 non nomina esplicitamente Amazon nel suo testo, ma sia i legislatori repubblicani che quelli democratici riconoscono che il gigante dell’e-commerce sarebbe fortemente influenzato dall’emanazione della legislazione. Negli ultimi anni, Amazon è stata oggetto di intense critiche per le sue quote di rendimento con diversi punti vendita che hanno riferito che i lavoratori hanno fatto pipì nelle bottiglie come mezzo per raggiungere i loro obiettivi di adempimento del magazzino e mantenere il loro lavoro.

Il disegno di legge costringerebbe anche aziende come Amazon a rendere questi algoritmi di performance più trasparenti, divulgando le quote sia ai lavoratori che alle autorità di regolamentazione.

Amazon non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento da Il Verge.

I sostenitori della legislazione affermano che il disegno di legge manometterebbe gli infortuni nei magazzini, dando ai lavoratori l’opportunità di fare delle pause quando sono troppo stressati.

“Il disegno di legge è il primo tentativo di creare trasparenza e protezioni contro i sistemi di quote applicati da algoritmi non sicuri utilizzati dalle aziende come spingere i corpi dei magazzinieri al punto di rottura”, la deputata Lorena Gonzalez (D) detto in un tweet Mercoledì.

Sono usciti i gruppi aziendali contro il disegno di legge, suggerendo che danneggerebbe l’industria autorizzando i dipendenti a intentare azioni legali che potrebbero essere costose e lunghe per le aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *