L’acquisizione di Clipchamp da parte di Microsoft contribuirà a migliorare l’editing video su Windows

Microsoft sta acquisendo Clipchamp, uno strumento di editing video basato su browser, e suggerisce che sarà perfetto per Windows. Fondato nel 2013, Clipchamp consente alle persone di creare e modificare video in un browser e utilizzare tutta la potenza di una GPU per rendere il risultato finale. Clipchamp è utilizzato da aziende come Google, Dell e Deloitte.

Microsoft sta ora cercando di integrare Clipchamp nelle sue offerte Microsoft 365 e forse anche Windows stesso. “Come app Web che utilizza tutta la potenza del tuo PC, Clipchamp è una scelta naturale per estendere le esperienze di produttività basate sul cloud in Microsoft 365 per individui, famiglie, scuole e aziende”, spiega Chris Pratley, vicepresidente aziendale di Microsoft’s Gruppo multimediale dell’ufficio.

È interessante notare che Pratley afferma anche che “è perfetto per Microsoft Windows”, il che suggerisce che Microsoft potrebbe integrare Clipchamp in Windows in futuro. Clipchamp esiste già come app nel Microsoft Store e gli strumenti di editing video esistenti di Microsoft per Windows sono a dir poco poco brillanti.

Windows 11 potrebbe migliorare questa situazione, insieme alla potenziale integrazione di Clipchamp in futuro. Il capo di Windows e dei dispositivi Panos Panay ha preso in giro una nuova app per le foto per Windows 11 pochi minuti prima dell’annuncio dell’acquisizione, con quelli che sembrano strumenti migliori per la modifica di foto e video. L’app per le foto esistente in Windows 10 può modificare i video, ma gli strumenti sono molto semplici e non sono nemmeno vicini al livello delle opzioni di modifica disponibili in Clipchamp.

Clipchamp utilizza una combinazione di modelli e una libreria di filtri, transizioni, supporti stock e stili per consentire alle persone di creare video con supporto audio multitraccia e editing intuitivo. L’acquisizione di Microsoft sembra essere parte della rinnovata attenzione dell’azienda alla creazione e persino alle app consumer-friendly.

Microsoft ha recentemente assunto un ex dirigente di Uber per guidare uno sforzo di app consumer all’interno dell’azienda, mesi dopo che il CEO Satya Nadella ha dichiarato che “i prossimi 10 anni riguarderanno tanto la creazione quanto il consumo e la comunità che lo circonda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *