Il ministro russo Yevgeny Zinichev muore durante le esercitazioni nell’Artico



Zinichev, 55 anni, stava cercando di salvare la vita di qualcuno quando si è verificato l’incidente nella città russa di Norilsk.

“Il ministero delle Emergenze russo informa con rammarico che Yevgeny Zinichev è morto tragicamente nell’adempimento del suo dovere mentre partecipava a esercitazioni interdipartimentali per proteggere la zona artica dalle emergenze, salvando la vita di una persona”, ha detto il ministero, secondo l’agenzia di stato.

Nessun altro dettaglio immediato sulle circostanze della morte di Zinichev è stato fornito immediatamente dal ministero.

Zinichev era nell’Artico per supervisionare esercitazioni su larga scala, secondo una dichiarazione ufficiale del ministero pubblicata prima della sua morte.

Come parte della visita, Zinichev si è unito ai funzionari locali per ispezionare i progressi della costruzione di una nuova caserma dei pompieri a Norilsk, che dovrebbe aprire alla fine dell’anno. Il ministro ha inoltre supervisionato personalmente l’attuazione dei compiti di formazione per la risposta alle emergenze da parte delle unità.

Il presidente russo Vladimir Putin ha espresso le sue “profonde condoglianze” alla famiglia e agli amici di Zinichev, ha detto mercoledì il Cremlino in una nota.

Ha notato che Putin e Zinichev, che, secondo i media statali, hanno avuto una lunga carriera con le agenzie di sicurezza statali russe, erano “legati da molti anni di lavoro congiunto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *