Danni segnalati come terremoto di magnitudo 7.0 colpisce il Messico | Notizia


I sismologi affermano che il terremoto è stato solo 7,8 miglia (12,5 km) sotto la superficie, il che avrebbe amplificato l’effetto di scuotimento.

Un potente terremoto ha colpito il Messico sudoccidentale vicino alla località balneare di Acapulco causando frane e danni agli edifici, con una persona confermata morta.

L’US Geological Survey (USGS) ha riferito che il terremoto di magnitudo 7.0 ha colpito martedì notte 11 miglia (17,7 km) a nord-est della località di Acapulco, Guerrero. Il servizio sismologico del Messico ha misurato la scossa di magnitudo 7.1.

Il terremoto ha scosso le colline intorno ad Acapulco, facendo cadere alberi e gettando grandi massi sulla strada. I residenti in preda al panico si sono precipitati fuori nel cuore della notte.

Hector Astudillo, il governatore dello stato di Guerrero, che ospita Acapulco, ha detto che una persona è morta dopo essere stata colpita da un palo, ma al momento non ci sono notizie di danni gravi.

Acapulco si trova a circa 230 miglia (375 km) a sud-ovest di Città del Messico.

Il sindaco di Città del Messico, Claudia Sheinbaum, ha affermato che non ci sono state segnalazioni immediate di danni significativi nella capitale.

Nel quartiere Roma Sur di Città del Messico, le luci si sono spente e i residenti spaventati sono corsi fuori, alcuni in pigiama, ha detto un testimone all’agenzia di stampa Reuters.

Le immagini pubblicate sui social media mostrano i residenti radunati fuori sotto la pioggia, con in braccio bambini piccoli o animali domestici, troppo preoccupati per tornare alle loro case al buio.

Le foto pubblicate dalle agenzie di stampa mostrano anche danni a edifici e veicoli schiacciati dalla caduta di detriti.

“È stato terribile. Mi ricorda davvero il terremoto del 1985 ogni volta che accade qualcosa del genere”, ha detto Yesmin Rizk, un 70enne residente a Roma Sur.

L’USGS ha affermato che il terremoto, inizialmente misurato con una magnitudo di 7,4, è stato molto superficiale, solo 7,8 miglia (12,5 km) sotto la superficie, il che avrebbe amplificato l’effetto di scuotimento.

Confinante con gli oceani Atlantico e Pacifico, il Messico è uno dei luoghi più sismicamente attivi del mondo, seduto in cima a cinque placche tettoniche di cui tre grandi.

Il 19 settembre 1985 un terremoto di magnitudo 8.1 a Città del Messico uccise più di 10.000 persone e distrusse centinaia di edifici.

Nell’anniversario di quel terremoto nel 2017, una scossa di magnitudo 7,1 ha causato la morte di circa 370 persone, principalmente nella capitale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *