Il disegno di legge della California prende di mira gli algoritmi di monitoraggio della produttività di Amazon

La California è pronta ad approvare un nuovo disegno di legge che respinge gli algoritmi di misurazione della produttività presumibilmente utilizzati nei centri logistici di Amazon, come riportato di recente da Edizione mattutina di NPR e Il New York Times. Il disegno di legge è stato approvato dalla camera legislativa inferiore della California a maggio e la camera alta dovrebbe votarlo la prossima settimana. Se approvato, il disegno di legge porrebbe nuovi requisiti di trasparenza sui sistemi automatizzati di quote e bloccherebbe qualsiasi sistema di questo tipo che potrebbe mettere in pericolo la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Presentando il disegno di legge a luglio, la deputata Lorena Gonzalez (D-San Diego) ha citato a Verge rapporto che ha rilevato che “centinaia” di dipendenti del magazzino Amazon sono stati licenziati per non aver raggiunto le quote di produttività in una singola struttura a Baltimora nell’arco di poco più di un anno. I documenti associati hanno mostrato un sistema profondamente automatizzato per tenere traccia dei tassi di produttività dei singoli dipendenti.

“Per rendere possibile la consegna il giorno successivo, aziende come Amazon hanno costretto i dipendenti del magazzino a lavorare più velocemente, servire più clienti con più ordini in tempi record e rischiare il proprio corpo nel processo”, ha affermato la deputata Gonzalez in una nota. presentando il disegno di legge. “Nessun lavoratore dovrebbe essere costretto a sacrificare i propri bisogni umani fondamentali, o accettare condizioni così poco dignitose per uno stipendio. Non possiamo accettare questo come il nuovo futuro del lavoro”.

Amazon non ha preso pubblicamente posizione sul disegno di legge e non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte di Il Verge.

Il testo del disegno di legge di Gonzalez non nomina Amazon, ma richiede semplicemente a tutti i datori di lavoro di magazzino nello stato della California di dare ai lavoratori l’accesso ai dettagli di qualsiasi quota utilizzata per misurarli. In particolare, i dipendenti possono richiedere “una descrizione scritta di ciascuna quota a cui è soggetto il dipendente, ivi compreso il numero quantificato delle mansioni da svolgere, o dei materiali da produrre o movimentare, entro il periodo di tempo definito, ed ogni potenziale azione occupazionale sfavorevole che potrebbe derivare dal mancato rispetto della quota”.

Il disegno di legge bloccherebbe anche qualsiasi sistema di quote che impedisca le pause per i pasti e il riposo, o l’uso del bagno.

Le pause per il bagno sono un punto particolarmente dolente per Amazon dopo la lotta di alto profilo dell’azienda per i rapporti aneddotici secondo cui i conducenti delle consegne dell’azienda erano stati costretti a fare pipì nelle bottiglie durante il lavoro. Amazon inizialmente ha negato le segnalazioni, che hanno portato a dozzine di conducenti condividere le proprie esperienze e difficoltà nel fare le pause per il bagno durante il lavoro. Tuttavia, la maggior parte della preoccupazione per le pause per il bagno si è concentrata sui conducenti delle consegne, che non sarebbero soggetti al disegno di legge Gonzalez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *