Lunga strada alla ripresa dopo l’uragano Ida | Notizie da Stati Uniti e Canada


La pandemia di coronavirus ha rivendicato il lavoro di Kendall Duthu come cuoca in un ristorante jambalaya. Poi l’uragano Ida ha rivendicato la sua casa.

Il 26enne residente a Dulac, in Louisiana, ora vive fuori dalla sua auto con la sua ragazza dopo che Ida è scesa a terra una settimana fa, scheggiando le case sul suo cammino. Ora non sa cosa c’è dopo.

Sabato, Duthu ha raccolto un contenitore di fagioli rossi e riso dai volontari nella vicina Houma che hanno distribuito ghiaccio, acqua e pasti ai sopravvissuti alla tempesta. Si fermò a mangiare nella sua macchina, il parabrezza in frantumi.

“Prossima fermata, davvero non…” disse, interrompendosi. “Abbiamo appena vissuto giorno per giorno.”

Sia Dulac che Houma sono a Terrebonne Parish, tra le zone più colpite della Louisiana martoriata in misura senza precedenti da Ida. Sebbene la più grande azienda elettrica della Louisiana, Entergy, stimi che la maggior parte dei residenti a New Orleans avrà energia entro mercoledì, gli sforzi di recupero al di fuori della città potrebbero essere molto più lunghi.

Nel frattempo, i residenti continuano ad affrontare la carenza di cibo, acqua e carburante mentre combattono il caldo e l’umidità. Alcune parrocchie fuori New Orleans sono state colpite per ore da venti di 160 km/h (100 mph) o più.

Il ripristino completo dell’elettricità in alcune di queste parrocchie del sud-est potrebbe richiedere fino alla fine del mese, secondo il presidente e CEO di Entergy Phillip May.

Ida ha danneggiato o distrutto più di 22.000 pali dell’energia, più degli uragani Katrina, Zeta e Delta messi insieme, un impatto che May ha definito “sconcertante”. Più di 5.200 trasformatori si sono guastati e quasi 26.000 tratti di cavo – il tratto dei cavi di trasmissione tra i poli – erano fuori uso.

Il potere è stato ripristinato a circa 282.000 clienti dal picco di 902.000 che hanno perso energia dopo Ida.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *