Le CPU Chromebook personalizzate di Google potrebbero arrivare già nel 2023

I chip personalizzati di Google potrebbero espandersi oltre il Pixel 6 per laptop e tablet Chromebook già nel 2023, secondo un nuovo rapporto di Nikkei Asia sulla crescente enfasi dell’azienda sulla progettazione dei propri processori.

La società si sta già preparando a rilasciare il suo primo grande chip personalizzato questo autunno, con il prossimo SoC Tensor di Pixel 6. Il rapporto si allinea anche con le voci del 2020 secondo cui Google stava pianificando i chip Chromebook interni dopo aver debuttato il concetto sui telefoni Pixel, qualcosa che ora sappiamo accadrà tra poche settimane.

Ma il Nikkei Asia il rapporto rileva alcuni dettagli aggiuntivi, inclusa la suddetta tempistica del 2023; una conferma che, come il chip Tensor, le CPU dei Chromebook saranno basate su Arm; e che Google sta cercando di svilupparli per fattori di forma in stile laptop e tablet.

La voce non menziona quali sono i piani di Google per i suoi chip Chromebook personalizzati. Sono passati quasi due anni da quando ha rilasciato Pixelbook Go (l’unico Chromebook prodotto da Google che l’azienda vende attualmente) e quasi tre dal suo ultimo tablet, il poco brillante Pixel Slate.

Non ci sono molti dettagli su ciò che Google spera di ottenere con i suoi chip Chromebook (per fare un confronto, il chip Tensor per Pixel dell’azienda sembra concentrarsi principalmente sulle prestazioni dell’IA), ma il Nikkei Asia il rapporto fa notare che la società è stata particolarmente ispirata dal successo di Apple nei chip personalizzati sia per i suoi prodotti iPhone che per Mac. E mentre potrebbero essere ancora lontani anni dalla realtà, l’idea che Google realizzi un’impresa simile ai chip M1 di Apple per Chromebook sembra una possibilità molto intrigante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *