Il Perù avvia un caso di corruzione contro Keiko Fujimori | Notizie sulla corruzione


Fujimori, che ha ammesso il mese scorso dopo una corsa presidenziale fallita, è accusato di aver preso denaro illecito dalla società brasiliana Odebrecht.

Il procedimento per corruzione contro il politico dell’opposizione peruviana Keiko Fujimori è iniziato con un’udienza preliminare martedì, poche settimane dopo aver ammesso la sconfitta nella sua terza corsa presidenziale senza successo.

Fujimori ha perso il ballottaggio del 6 giugno contro il sinistro Pedro Castillo con il 49,87 percento dei voti contro il 50,12 percento.

La vittoria elettorale per Fujimori avrebbe significato la libertà dall’azione penale per tutta la durata del suo mandato presidenziale con le accuse che derivano da un caso di corruzione tentacolare che coinvolge il colosso edilizio brasiliano contaminato dallo scandalo Odebrecht.

È accusata di aver preso denaro illecito da Odebrecht per finanziare offerte presidenziali fallite nel 2011 e 2016.

I sostenitori del presidente del Perù Pedro Castillo si riuniscono mentre il primo ministro Guido Bellido ha affrontato un voto critico di sfiducia da parte del Congresso guidato dall’opposizione, a Lima il 26 agosto [File: Sebastian Castaneda/Reuters]

La figlia di 46 anni dell’ex presidente in carcere Alberto Fujimori nega le accuse.

Ma i pubblici ministeri hanno affermato che avrebbero chiesto una pena detentiva di 30 anni e 10 mesi per Fujimori con l’accusa di riciclaggio di denaro, criminalità organizzata, ostruzione alla giustizia e false dichiarazioni.

Ha già scontato due volte la custodia cautelare, trascorrendo in totale 16 mesi dietro le sbarre fino al suo rilascio lo scorso anno a causa dell’epidemia di coronavirus.

L’udienza che si è aperta martedì davanti al giudice Victor Zuniga è il primo passo in quello che sarebbe il primo processo a un importante personaggio politico peruviano nello scandalo Odebrecht.

Si tratta di rivedere il foglio di accusa contro Fujimori e 39 imputati coimputati, dopo di che il giudice può approvare in tutto o in parte l’atto d’accusa redatto dal pubblico ministero Jose Domingo Perez.

Un manifestante partecipa a una marcia per chiedere le dimissioni del presidente del Perù Pedro Castillo a Lima, Perù [File: Sebastian Castaneda/Reuters]

Gli accusati includono il marito di Fujimori, l’americano Mark Vito Villanella, e altri che erano membri o leader del suo Partito della Forza Popolare – a lungo dominante nella politica peruviana, ma ora il secondo più grande in parlamento dopo il movimento del Perù Libero di Castillo.

Martedì Fujimori non era in tribunale, rappresentata invece dal suo avvocato Giuliana Loza.

Nelle condizioni per il suo rilascio dalla custodia cautelare, Fujimori non può lasciare Lima senza un permesso speciale, o avere contatti con i testimoni del caso.

L’udienza preliminare può durare giorni, settimane o addirittura mesi.

Quattro ex presidenti sono stati implicati nell’affare Odebrecht, tra cui il leader di due mandati Alan Garcia, che si è suicidato nel 2019 quando la polizia è venuta a casa sua per arrestarlo.

Alberto Fujimori è in carcere per accuse non correlate di corruzione e crimini contro l’umanità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *