Stabile e stoico Cantlay sopravvive a un potente DeChambeau nel Maryland


OWINGS MILLS, Md. — A Patrick Cantlay, un giocatore creativo anche se stoico, è stato chiesto sabato sera di aspettare con impazienza l’ultimo round del campionato BMW di domenica, quando sarebbe stato accoppiato con Bryson DeChambeau, l’armeggiare e volubile ex studente di fisica del college.

I giocatori di golf avrebbero iniziato la giornata in parità per il vantaggio.

“Artista contro scienziato?” chiese un giornalista.

Cantlay sorrise e rispose: “Dovresti essere in grado di decidere”.

La coppia ha duellato su più di sei ore di divertimento e 24 buche domenica, con Cantlay tipicamente fantasioso e silenziosamente efficace, mentre lo stile spavaldo di DeChambeau e i potenti colpi di palla hanno sopraffatto il Caves Valley Golf Club fuori Baltimora.

Ma ciò che è emerso è stato più di un avvincente contrasto di stili. È diventata una prova di volontà tra promettenti golfisti ventenni, volti giovani che sono all’avvento della transizione dello sport dall’era di Tiger Woods. Era uno spettacolo e il cast dei personaggi era tutto nuovo.

Il vantaggio del torneo si è spostato più volte, ma nessuno dei due giocatori è riuscito a sfuggire alla sua ombra di abbinamento finale. Urla e urla rauche hanno salutato gli azionamenti giganteschi di DeChambeau, i pugni animati e i passi decisi e in marcia. Gli applausi rispettosi, anche se contenuti, hanno seguito gli sforzi costanti e privi di emozioni di Cantlay e il ritmo languido di gioco.

Potrebbe essere la versione del golf del racconto popolare, “La tartaruga e la lepre”.

Alla fine, alla sesta buca dei playoff, Cantlay, 29 anni, ha affondato un birdie putt in salita di 18 piedi e ha offerto un sorriso sottile e rarissimo. DeChambeau, 27 anni, non ha potuto eguagliare la determinazione del suo avversario quando il sole ha iniziato a tramontare nel Maryland, mancando un putt di nove piedi che avrebbe esteso la gara.

È stata la quinta vittoria di Cantlay al PGA Tour e la seconda quest’anno. La vittoria lo mette in una posizione di comando per entrare nel Tour Championship di fine stagione, che è l’ultima delle tre fasi dei playoff della FedEx Cup, con un premio di $ 15 milioni per il campione.

“C’era un’atmosfera incredibile per tutto il giorno e ho solo cercato di rimanere nel mio piccolo mondo”, ha detto in seguito Cantlay, che è al decimo posto nella classifica mondiale del golf maschile. “I fan erano così pieni di energia e in ogni scatto. È davvero bello riaverli”.

DeChambeau è stato un favorito della folla da quando ha guadagnato 40 libbre l’anno scorso e ha iniziato a lanciare maestosi drive da 370 yard. Ha imparato ad alimentare e suonare nelle sue gallerie e per la maggior parte del round di domenica è stato la scelta della gente. Ma col tempo, il sobrio Cantlay ha coltivato un seguito tutto suo.

Forse impassibile è il nuovo cool. O come ha notato Cantlay, verso la fine del round di domenica i fan avevano iniziato a cantargli un nuovo soprannome: “Patty-Ice”.

“Non l’ho mai sentito”, ha detto Cantlay.

DeChambeau, come ha fatto nelle ultime settimane, non ha incontrato i giornalisti dopo il round di domenica. Ma ha parlato con Cantlay del suo galateo sul campo da golf quando i due erano alla quattordicesima buca. In uno scambio insolito, DeChambeau ha chiesto a Cantlay di smettere di camminare mentre DeChambeau si stava preparando per uno dei suoi scatti.

“Voleva solo che smettessi di camminare”, ha spiegato Cantlay. “I funzionari del regolamento ci avevano detto di accelerare le cose. Ma non era un grosso problema. Quelle cose succedono qui di tanto in tanto”.

Quando la gara si è spostata in uno spareggio dopo che 18 buche avevano lasciato Cantlay e DeChambeau in parità, il dramma si è solo intensificato. Cantlay ha quasi fallito un tentativo di lancio furbo alla prima buca dei playoff, ma si è accontentato del par, un risultato eguagliato da DeChambeau quando il suo lungo putt birdie è scivolato appena oltre la coppa. Alla buca successiva, Cantlay ha lasciato il suo tiro di avvicinamento al par-4 18° green a più di 50 piedi dalla buca, ma ha messo abilmente due putt per il par. DeChambeau ha avuto un birdie putt di sei piedi per terminare il torneo, ma come ha fatto diverse volte all’inizio del round, ha tirato la pallina da golf a sinistra della buca.

Alla quarta buca playoff, DeChambeau ha commesso un errore sorprendente quando ha spruzzato un tee shot in un torrente a destra della buca 18. Ma ha superato l’errore di gioco e un par è stato abbastanza buono da mandare la concorrenza a una quinta buca di playoff, che si è conclusa anche con par corrispondenti.

Anche i momenti conclusivi del round iniziale di 18 buche non sono mancati di intensità. In effetti, Cantlay sembrava aver sprecato le sue possibilità alla buca 16 quando un chip shot scadente ha portato a un par. DeChambeau è andato avanti di un colpo quando ha osservato la buca. Poi, il tee shot di Cantlay alla 17a buca da 186 yard è atterrato a 10 yard dal green e rimbalzato lateralmente in uno stagno prima di finire con un bogey.

Ma DeChambeau, che ha lottato con le sue scheggiature per tutto il torneo, ha sbagliato un lancio dal rough a pochi centimetri dal green e ha fatto un bogey, un punteggio che Cantlay ha eguagliato. Alla 18a buca par-4, ogni giocatore ha raggiunto il green in due, ma Cantlay ha rotolato nel suo birdie putt curvo, da destra a sinistra, di 22 piedi mentre DeChambeau ha tirato male il suo birdie putt di 15 piedi a sinistra e ha fatto un par .

Quando la sua vittoria è stata assicurata domenica sera, un Cantlay sorridente e persino ridacchiante è rimasto sul green e ha salutato gli spettatori togliendosi il berretto e agitandolo in tribuna. Ha ripetutamente detto: “Grazie”, anche se le sue parole sono state soffocate dagli applausi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *