Come risparmiare sui tuoi abbonamenti digitali

Quanto sia gestibile dipende dal servizio. La maggior parte dei servizi di cloud storage non eliminerà i tuoi file se smetti di pagare, ma ti impedirà di aggiungerne altri o di apportare modifiche (diciamo “la maggior parte” – controlla le scritte in piccolo per assicurarti). In termini di abbonamenti software, tu non sarà in grado di utilizzare il software in questione fino a quando non ti sarai nuovamente abbonato.

Questo forse funziona meglio per gli abbonamenti allo streaming di musica e video, dove sai che non li utilizzerai per un lungo periodo di tempo: forse hai intenzione di provare un servizio alternativo o hai finalmente visto tutto quello che c’è da guardare su Hulu. Se e quando tornerai, tutto sarà come lo avevi lasciato, a patto che torni in un lasso di tempo ragionevole (controlla di nuovo le scritte in piccolo: sono 10 mesi per Netflix).

Con i servizi che offrono un livello gratuito, prendersi del tempo è molto semplice. Con Spotify, ad esempio, manterrai comunque la tua libreria musicale: non sarai in grado di scaricare playlist sui tuoi dispositivi, o riprodurre brani esattamente nell’ordine che desideri, o ascoltare senza interruzioni pubblicitarie. Quando sei pronto per ripartire, bastano pochi clic o tocchi.

Condividi con la tua famiglia

Amazon Household ti consente di condividere un abbonamento Prime e contenuti digitali.

Fotografia: Amazon via David Nield

Potresti essere sorpreso dal numero di abbonamenti digitali che offrono piani famiglia: a questo punto, sono quasi tutti. Da Spotify e Amazon Prime, a Google One e Microsoft 365, di solito puoi stare insieme ad almeno un’altra persona e ottenere lo stesso affare per meno soldi.

Quanto risparmierai effettivamente varia tra i servizi, quindi fai le tue ricerche prima di impegnarti. Nel caso di YouTube Premium, ad esempio, un piano individuale ti costerà $ 12 al mese, mentre un piano famiglia per te e un massimo di altri cinque membri della famiglia ha un prezzo di $ 18 al mese, diviso tra tutte le persone coinvolte e tu sei risparmiando una quantità significativa (hai incluso anche YouTube Music, non dimenticare.)

È anche importante controllare le varie restrizioni e regole sui piani famiglia prima di acquistarli: nel nostro esempio YouTube Premium, tutti i membri della famiglia devono avere almeno 13 anni, avere il proprio account Google e risiedere allo stesso indirizzo. Se tuo fratello vive dall’altra parte del mondo, è probabile che venga segnalato da YouTube.

Le restrizioni sono le stesse sulla maggior parte dei servizi (ma non su tutti), in quanto ciò che conta è il luogo in cui vivi piuttosto che le tue relazioni. Alcune app e servizi digitali sono abbastanza generosi nel permetterti di condividere gli accessi tra una manciata di persone, senza pagare alcun extra, ma se lo fai, ti incoraggiamo a farlo in sicurezza.

Considera le alternative

LibreOffice è una suite per ufficio completa che non ti costerà nulla da usare.

Fotografia: LibreOffice tramite David Nield

Ormai siamo tutti abituati ad affittare qualsiasi cosa, dallo spazio di archiviazione cloud a una raccolta musicale, ma non dimenticare che queste non sono le uniche opzioni a tua disposizione. Installare Plex, ad esempio, e puoi creare un’esperienza simile a Netflix con i tuoi video archiviati localmente (Plex ha anche un livello di abbonamento, ma molte delle sue funzionalità sono disponibili gratuitamente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *