6 cose che devi fare per evitare di essere hackerato

Ci sono due grandi ragioni per cui le persone vengono hackerate. Difetti nel software e difetti nel comportamento umano. Anche se non c’è molto che puoi fare per codificare le vulnerabilità, puoi cambiare il tuo comportamento e le tue cattive abitudini.

Basta chiedere all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, la cui password di Twitter era “maga2020!” O Boris Johnson, che ha rivelato i dettagli di chiamate Zoom sensibili all’inizio della pandemia nel 2020. (Questi leader mondiali avranno anche ricevuto una formazione specifica sulla sicurezza dalle agenzie di protezione.)

I rischi sono altrettanto reali per la persona media, anche se la posta in gioco non è così alta. Se i tuoi account non sono adeguatamente protetti, la tua carta di credito potrebbe essere compromessa o i tuoi messaggi privati ​​e le tue fotografie rubate e condivise in modo che tutti possano vederle. Risolvere se il tuo gli account sono stati violati è un processo che richiede tempo e potenzialmente frustrante. È meglio prendere alcune misure per mitigare i rischi di essere hackerati in primo luogo. Ecco cosa puoi fare per proteggerti.

Usa l’autenticazione a più fattori

Probabilmente la cosa più efficace che puoi fare per proteggere i tuoi account online è attivare l’autenticazione a più fattori o a due fattori per il maggior numero possibile di account. Il metodo utilizza un’informazione secondaria, spesso un codice generato da un’app o inviato tramite SMS, insieme a una password.

Questa informazione secondaria aiuta a dimostrare che stai davvero cercando di accedere, poiché i codici sono spesso accessibili dal telefono in tasca. Anche se hai una password facile da indovinare (ci arriveremo a breve), è improbabile che un utente malintenzionato riesca ad accedere a un account con l’autenticazione a più fattori attivata a meno che non abbia il tuo telefono.

C’è una guida a tutti gli account che supportano il metodo qui, ma in primo luogo dovresti attivarlo per tutti gli account che contengono informazioni personali che potrebbero essere oggetto di abuso. Come app di messaggistica come WhatsApp, social media inclusi Facebook, Instagram e Twitter e i tuoi account di posta elettronica.

Tuttavia, non tutte le forme di autenticazione a più fattori sono uguali. Le app che generano codice sono considerate più sicure rispetto alla ricezione di codici tramite SMS e, oltre a ciò, chiavi di sicurezza fisiche fornire uno strato di protezione ancora più robusto.

Ottieni un gestore di password

Parliamo di password. È il 2021. Non dovresti usare “password” o “12345” per nessuna delle tue password, anche se si tratta di un account usa e getta.

Tutte le password che usi per i tuoi account online dovrebbero essere forti e uniche. Ciò significa che dovrebbero essere lunghi, includere una combinazione di diversi tipi di caratteri e non essere utilizzati su più siti web. La tua password di Twitter non dovrebbe essere la stessa di quella dell’online banking; la tua rete Wi-Fi domestica non dovrebbe utilizzare le stesse credenziali del tuo account Amazon.

Il modo migliore per farlo è utilizzare un gestore di password. I gestori di password creano password complesse per te e le archiviano in modo sicuro. Se il fatto che possano impedirti di essere hackerato non è sufficiente per farti prendere in considerazione l’utilizzo di uno, un gestore di password significa anche che non dovrai mai più lottare per ricordare una password dimenticata.

Dai nostri test sui migliori gestori di password, ti consigliamo di provare LastPass o KeePass.

Scopri come individuare un attacco di phishing

Fare clic rapidamente può essere il tuo peggior nemico. Quando arriva una nuova e-mail o un messaggio di testo che include qualcosa che può essere toccato o cliccato, il nostro istinto spesso ci porta a farlo subito. Non farlo.

Gli hacker hanno usato la pandemia come copertura per lanciare ondate di attacchi di phishing e stupide truffe su Google Drive.

Chiunque può cadere in questo tipo di truffe. La cosa principale da fare è pensare prima di fare clic. I messaggi di truffa cercano di indurre le persone a comportarsi in un modo che normalmente non farebbero, ad esempio con pretese istantanee da parte di un capo o messaggi che dicono che è necessaria una risposta urgente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *