La Maxi Yacht Rolex Cup è una regata di sfide al cardiopalma


Un’altra sfida per i navigatori, ha affermato Caracci, consiste nel lavorare a stretto contatto con i membri senior dell’equipaggio della barca per prendere le decisioni migliori. “Il tattico spinge sempre, quindi il navigatore deve gestire il suo approccio aggressivo”, ha detto, aggiungendo che regatare su pericoli densi e talvolta non segnalati richiede l’accettazione di rischi che potrebbero dare un vantaggio a una barca.

Mentre le regate più brevi della regata richiedono manovre rapide e altamente coreografiche, le regate costiere – per le quali gli organizzatori della regata hanno più di 50 percorsi tra cui scegliere, a seconda della forza e della direzione del vento – sono le più complesse.

“Questo è sicuramente uno degli eventi in cui la conoscenza locale è estremamente importante”, ha affermato Peter Holmberg, medaglia d’argento olimpica e timoniere di Topaz in questa regata. “Sebbene le condizioni cambino ogni giorno, ci sono sicuramente caratteristiche che sono coerenti e premiano l’esperienza precedente.

“Dal momento che stai doppiando isole e rocce, e non una boa ancorata in mare aperto, la conoscenza locale e il livello di assunzione del rischio determina quanto vicino possono aggirare quel segno e radere una distanza preziosa con una traccia interna”, ha detto.

Le complessità possono essere ulteriormente aggravate dai venti. All’inizio di settembre, i regatanti di solito possono aspettarsi venti da 10 a 15 nodi o le brezze più rigide da nord-ovest, chiamate maestrali, che in genere raggiungono i 18-25 nodi.

Vincere, ovviamente, richiede effettivamente di finire la regata senza un errore di fine gara.

“In condizioni di maestrale, girare intorno alla pista non è banale”, ha detto McKee, indicando la necessità di un’adeguata abilità marinaresca e di un lavoro dell’equipaggio strettamente coreografato, specialmente in Bomb Alley. “Puoi andare avanti per ore e, al traguardo, hai solo 10 secondi che separano la prima e la seconda barca. Dipende dalla precisione del percorso del navigatore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.