I talebani pianificano un “gov’t ad interim inclusivo” in Afghanistan | Notizie talebane


Fonti talebane a Doha e Kabul dicono ad Al Jazeera che il governo includerà leader di tutte le etnie e origini tribali.

I talebani affermano che stanno pianificando un governo provvisorio inclusivo in Afghanistan dopo che il gruppo ha rovesciato l’amministrazione appoggiata dall’Occidente in una sbalorditiva retata all’inizio di questo mese.

Fonti talebane a Doha e Kabul hanno detto ad Al Jazeera che il governo di transizione includerà leader di tutte le etnie e origini tribali del Paese.

Quasi una dozzina di nomi sono considerati parte del nuovo governo, affermano le fonti.

Al momento non è chiara la durata del governo di transizione.

La diversità etnica dell’Afghanistan è stata al centro della politica e del conflitto nel paese, senza che nessun singolo gruppo etnico goda di una maggioranza decisiva nel paese di 40 milioni di persone.

I pashtun sono il gruppo etnico più numeroso dell’Afghanistan, con oltre il 42% della popolazione. La comunità musulmana prevalentemente sunnita parla la lingua pashtu e ha dominato la politica afgana dal 18° secolo.

Fonti talebane hanno anche detto ad Al Jazeera che il governo di transizione avrà un “amir-ul momineen” (comandante dei fedeli) per guidare l’Emirato islamico dell’Afghanistan.

Hanno detto che un consiglio supremo della leadership è stato convocato per decidere la forma del futuro governo e nominare i ministri.

I ministeri chiave in attesa di nomina includono la magistratura, la sicurezza interna, la difesa, gli affari esteri, le finanze, l’informazione e un incarico speciale per gli affari di Kabul.

Il co-fondatore talebano Mullah Baradar si trova nella capitale, Kabul, mentre il Mullah Mohammad Yaqoob, figlio del fondatore talebano Mullah Omar, è arrivato da Kandahar per le prime consultazioni sulla formazione del governo, affermano le fonti.

Le fonti hanno aggiunto che il gruppo vuole portare nuovi volti nel governo, compresi i figli dei capi tribali tagiki e uzbeki.

Hanno detto che gli Stati Uniti hanno insistito per coinvolgere alcuni membri dei vecchi governi, tra cui l’ex presidente Hamid Karzai e l’ex capo dell’Alto Consiglio afgano per la riconciliazione nazionale Abdullah Abdullah.

I dettagli sulla formazione del governo provvisorio in Afghanistan sono arrivati ​​mentre il paese devastato dalla guerra si sta riprendendo dagli attacchi mortali all’esterno dell’aeroporto di Kabul giovedì sera.

Gli attacchi gemelli rivendicati dall’ISIL-K, un’affiliata dell’ISIL in Afghanistan, hanno ucciso almeno 110 persone, tra cui 28 membri talebani e 13 soldati statunitensi.

Un’altra fonte talebana ha detto ad Al Jazeera che il gruppo rimane impegnato nell’accordo di Doha del 2020 che ha firmato con gli Stati Uniti, incluso il non consentire l’utilizzo del suolo afghano per lanciare attacchi terroristici.

La fonte ha affermato che è “ingiusto che l’attenzione si concentri su poche migliaia di persone all’aeroporto” e che “milioni di afghani che godono della sicurezza a Kabul vengano ignorati”.

Sui diritti delle donne, la fonte ha affermato che le donne potranno lavorare in vari enti governativi come hanno fatto nel governo precedente, principalmente nei settori della sanità e dell’istruzione.

La fonte ha affermato che verranno istituiti tribunali speciali a livello locale per combattere la corruzione e dare esempi di funzionari corrotti.

La fonte talebana ha affermato che sono in corso sforzi per rimuovere barricate e blocchi stradali “non necessari” nelle città e che alle sue forze ai posti di blocco è stato chiesto di essere “educato e cortese”.

La fonte ha detto che il governo ad interim dei talebani sta pianificando una tariffa unica da applicare per portare le merci nel paese, dal punto di ingresso alla destinazione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *