La società di lancio satellitare di Richard Branson, Virgin Orbit, diventerà pubblica tramite la fusione SPAC

Virgin Orbit di Richard Branson, uno spin-off lanciato da un satellite dell’azienda di turismo spaziale del fondatore miliardario, sta per diventare pubblica attraverso una fusione con una società di comodo, ha annunciato l’azienda lunedì. La società avrà un valore di 3,2 miliardi di dollari e include un investimento di Boeing.

Virgin Orbit prevede di fondersi con la società di acquisizione per scopi speciali (nota anche come SPAC), NextGen Acquisition Corp. II intorno alla fine del 2021. Sarà quotata al NASDAQ con il ticker “VORB”. L’accordo porterà a Virgin Orbit 483 milioni di dollari in nuovo capitale: 383 milioni di dollari immagazzinati in NextGen e 100 milioni di dollari da un altro round di finanziamenti. Gli investitori in quel round includono Boeing, ha detto Virgin, ma non è chiaro quanto abbiano contribuito.

I 483 milioni di dollari aiuteranno Virgin Orbit ad aumentare “la produzione di razzi per soddisfare la domanda dei clienti e per finanziare la crescita nel suo business di soluzioni spaziali e le iniziative di sviluppo dei prodotti in corso di Virgin Orbit”, ha affermato la società in un comunicato stampa. “Il nostro successo nel lancio ha spinto il business in avanti e ora prevediamo che questo investimento ci consentirà di sfruttare i nostri sforzi di ricerca e sviluppo e il nostro incredibile team”, ha dichiarato il CEO di Virgin Orbit Dan Hart in una nota.

USA-SPAZIO-AEROSPAZIALE-VERGINE-ORBITA

Foto di Patrick T. Fallon / AFP via Getty Images

Che Virgin Orbit diventasse pubblico è stato una sorta di segreto di Pulcinella per mesi, soprattutto dopo rapporti emersi all’inizio di quest’anno che la società stava acquistando una SPAC con cui fondersi per diventare pubblica.

Virgin Orbit, fondata nel 2017, lancia un piccolo razzo chiamato LauncherOne dal sottoala di un Boeing 747 modificato, chiamato Cosmic Girl. Utilizza un cosiddetto metodo di “lancio aereo” che l’azienda pubblicizza come più affidabile e più veloce per portare i satelliti nello spazio rispetto ai metodi più comuni di lancio di razzi verticalmente da terra. La compagnia ha raggiunto l’orbita per la prima volta a gennaio e ha schierato dieci satelliti, per poi lanciare la sua prima missione commerciale a giugno.

L’industria dei lanci corre al NASDAQ da quando Virgin Galactic, l’azienda di turismo spaziale di Branson, è stata quotata in borsa nel 2019. La piccola società di lancio Astra è diventata pubblica attraverso uno SPAC a giugno, diventando la prima azienda del suo genere a farlo. Rocket Lab, un’altra piccola società di lancio, prevede di fare lo stesso e iniziare a fare trading sul NASDAQ mercoledì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *