I repubblicani del Michigan sono in conflitto con le regole di disinformazione sui vaccini di TikTok

Mentre la corsa al governatore del Michigan si scalda, una manciata di candidati si rivolge a TikTok per creare seguito in vista delle elezioni del 2022. Due repubblicani hanno già trovato un pubblico considerevole, ma stanno anche testando i limiti di TikTok alla disinformazione, sposando possibili frodi elettorali del 2020 e diffondendo informazioni false sui vaccini sulla piattaforma.

Garrett Soldano e Ryan Kelley sono entrambi in corsa per le primarie repubblicane del Michigan per la carica di governatore, sperando di sostituire l’attuale governatrice Gretchen Whitmer. Soldano, un chiropratico della contea di Kalamazoo, è una delle principali raccolte fondi, raccogliendo più di tutti gli altri candidati messi insieme, secondo Michigan dal vivo lo scorso mese.

Entrambi i candidati hanno costruito un ampio seguito su TikTok, Soldano e Kelley vantando rispettivamente oltre 74.000 e 35.000 follower, al momento della pubblicazione. Entrambi hanno creato dozzine di TikTok che mettono in dubbio la gravità della pandemia di COVID-19 e l’efficacia delle maschere. Hanno anche pubblicato video che mettono in dubbio l’esito delle elezioni presidenziali del 2020, chiedendo una “verifica forense completa” dei risultati delle elezioni.

Molti dei video di Soladano suggeriscono che i vaccini COVID-19 non sono efficaci come pubblicizzati e che la pandemia non è così mortale come proclamano le persone. In un video con oltre 2,5 milioni di visualizzazioni, Soladano afferma falsamente che i vecchi test PCR non sono stati in grado di rilevare la differenza tra COVID-19 e casi di influenza. “Forse è per questo che l’influenza è semplicemente scomparsa”, ha detto. Un altro video che denigra Fauci e Whitmer è stato rimosso di TikTok.

“Se il COVID è così spaventoso, allora perché diavolo non stanno chiudendo il confine meridionale?” soladano chiesto in un video. “Buon senso”, ha continuato, alzando un cartello che dice “caduta microfono”.

TikTok ha sempre ospitato contenuti politici e la piattaforma ha rinnovato le sue politiche di disinformazione elettorale e coronavirus negli ultimi mesi e anni. Sull’integrità elettorale, TikTok dice che definisce “disinformazione” come “contenuto impreciso o falso” e “causa danni agli individui, alla nostra comunità o al grande pubblico indipendentemente dalle intenzioni”. TikTok vieta anche i contenuti falsi o fuorvianti su COVID-19 e sui vaccini.

“Oltre a rimuovere i contenuti, reindirizziamo le ricerche associate al vaccino o alla disinformazione COVID-19 alle nostre Linee guida della community e non completiamo automaticamente gli hashtag anti-vaccino nella ricerca”, ha affermato TikTok. in un post sul blog delineando le sue politiche. Non è chiaro cosa attivi queste azioni al di fuori dei rapporti diretti.

C’è motivo di pensare che Soldano possa essere stato espulso dalla piattaforma per aver violato tali politiche, ma il divieto non è rimasto. In un video pubblicato all’inizio di quest’anno, Soldano ha scritto che avrebbe caricato tutti i suoi vecchi video perché il suo account precedente “è stato bandito a VITA”.

Allo stesso tempo, i leader repubblicani che adottano una linea più ragionevole sui vaccini spesso incontrano una dura resistenza dalla loro base. All’inizio di questo fine settimana, l’ex presidente Donald Trump è stato fischiato al suo stesso raduno dopo aver incoraggiato i sostenitori a prendere il vaccino.

In un apparente tentativo di eludere i sistemi di moderazione di TikTok, Soldano ha evitato di usare la parola “vaccino” nei suoi video. “Non posso usare la parola ‘v’ perché TikTok mi abbatterà, quindi la chiamerò una ‘procedura medica’”, ha detto Soldano in un video pubblicato all’inizio di questo mese. In un altro video, scrive “vac…. cinazione.”

Kelley, un agente immobiliare e vlogger lifestyle, ha in precedenza proteste organizzate contro gli ordini COVID-19 del Michigan e ha partecipato al 6 gennaio protesta al Campidoglio degli Stati Uniti anche. (Kelley dice di non essere mai entrato nell’edificio.) I video di Kelley mettono in dubbio anche i consigli di esperti come quello dei Centers for Disease Control. In diversi video, chiede la “libertà medica” e il Michigan per vietare le vaccinazioni obbligatorie. Tagga spesso i suoi video con #medicalfreedom che popola centinaia di video di utenti che protestano contro i mandati di vaccinazione o suggeriscono che non riceveranno lo scatto.

“Ryan non è anti-vax”, ha detto un portavoce della campagna Kelley il limite Lunedì. “Ma è a favore della libertà medica”.

Kelley evita anche di usare il “vaccino”, optando per un linguaggio come il “jab” quando si parla di maschere e della pandemia di coronavirus.

Soldano non ha risposto subito alle richieste di commento di Il Verge.

Negli ultimi anni, TikTok è diventata una piattaforma preziosa per i candidati in cerca di una carica. L’algoritmo For You della piattaforma rende più facile per i candidati creare contenuti e diventare virali poiché gli utenti non hanno bisogno di seguire i loro account affinché i loro video vengano visualizzati nei feed. Democratici come il senatore Ed Markey (D-MA) e Jon Ossoff (D-GA) hanno precedentemente utilizzato la piattaforma per organizzare gli elettori e galvanizzare il sostegno prima delle elezioni.

Aggiornato il 23/08/21 alle 15:08 ET: Aggiunta una dichiarazione dalla campagna Kelley.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *