Rafael Nadal si ritira dagli US Open e salterà il resto del 2021


Rafael Nadal ha annunciato venerdì che si sarebbe ritirato dagli US Open di quest’anno e che avrebbe saltato il resto della stagione 2021 a causa della condizione cronica del piede sinistro che lo ha turbato a intermittenza sin dall’adolescenza.

“Ho sofferto troppo con il piede nell’ultimo anno ormai”, ha detto Nadal in un video pubblicato sui social media.

Nadal, 35 anni e quattro volte campione degli US Open, di recente ha vinto il titolo di singolare a New York nel 2019. Ha sconfitto Daniil Medvedev in una classica di cinque set e poi è scoppiato insolitamente in lacrime a bordo campo sulla sua sedia mentre guardava un commemorativo video in onore della sua carriera.

Ma Nadal ha scelto di non difendere il suo titolo l’anno scorso quando gli US Open si sono giocati senza spettatori e con significative restrizioni sanitarie in atto a causa della pandemia di coronavirus.

Quest’anno, dopo aver perso in semifinale agli Open di Francia contro Novak Djokovic, Nadal non ha giocato a Wimbledon o alle Olimpiadi mentre cercava di risolvere il suo problema al piede. È tornato in azione a Washington questo mese, ma il suo movimento è stato chiaramente ancora influenzato dall’infortunio quando ha sconfitto Jack Sock nella sua partita di apertura e poi ha perso contro Lloyd Harris nel turno successivo. Nadal si è recato a Toronto ma si è ritirato dall’evento Masters 1000 ed è tornato a casa in Spagna per valutare le sue opzioni.

“Avevo bisogno di parlare con la mia famiglia, con la mia squadra e con i miei medici soprattutto per capire cosa sta succedendo”, ha detto venerdì il quarto classificato Nadal. “Ma il piede non è il modo giusto oggi e durante l’ultimo anno non sono stato in grado di esercitarmi e prepararmi nel modo in cui ho bisogno per essere competitivo allo standard che voglio essere. Quindi abbiamo dovuto prendere quella decisione, ma sono fiducioso che mi riprenderò al 100% e potrò lottare ancora per le cose più importanti”.

La condizione del piede sinistro di Nadal lo ha ostacolato per la prima volta in tournée durante la stagione 2004 quando aveva 17 anni, costringendolo a perdere gran parte della stagione sulla terra battuta. Ciò ha ritardato il suo debutto agli Open di Francia al 2005, quando ha vinto il primo dei suoi 13 titoli in singolare record al Roland Garros.

Ma il piede di Nadal ha ricominciato a preoccuparlo nell’ottobre 2005 all’Open di Madrid. Ha spiegato che i medici hanno stabilito che si trattava di un problema congenito: una deformazione di un piccolo osso del piede. Gli è stato anche detto che potrebbe non giocare più a tennis professionistico. Ma a 19 anni, Nadal ha trovato un modo per ridurre lo stress sull’osso con solette su misura ed è tornato in azione nel 2006, vincendo cinque titoli tra cui l’Open di Francia.

“L’infortunio non è una novità”, ha detto Nadal venerdì. “È lo stesso infortunio che ho dal 2005. In quel momento, i medici erano molto negativi sulla mia futura carriera, ma onestamente sono stato in grado di avere una carriera che non avrei mai sognato, quindi sono fiducioso che mi riprenderò e se il piede sta meglio sono contento che il mio tennis e la mentalità torneranno presto. Puoi essere sicuro che combatterò ogni singolo giorno per far sì che ciò accada”.

Il ritiro di Nadal significa che per il secondo anno consecutivo lui e Federer salteranno gli US Open. Federer, 40 anni, ha annunciato la scorsa settimana che avrebbe saltato il resto della stagione 2021 e avrebbe avuto bisogno di un quarto intervento chirurgico al ginocchio. Dominic Thiem, che ha vinto gli US Open lo scorso anno, ha un infortunio al polso destro ed è anche fuori per il resto della stagione.

I rivali di lunga data Nadal, Federer e Djokovic hanno vinto ciascuno 20 titoli del Grande Slam, condividendo il record maschile. Ma Djokovic inseguirà il suo 21° da solo a New York se riuscirà a riprendersi dall’infortunio alla spalla che lo ha costretto al ritiro dalla medaglia di bronzo nel doppio misto alle Olimpiadi di Tokyo.

Djokovic proverà anche a completare il primo Grande Slam nel singolare maschile da quando Rod Laver ci riuscì nel 1969. Djokovic ha vinto le prime tre tappe del Grande Slam quest’anno: Australian Open, French Open e Wimbledon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *