GM richiama tutte le Chevy Bolts per rischio incendio

General Motors è ampliando il suo richiamo della Chevy Bolt per includere tutti i modelli, comprese le due nuove versioni rilasciate all’inizio di quest’anno, dopo molteplici incendi nei pacchi batteria del veicolo elettrico.

GM avverte i proprietari di non caricare i loro Bolt dentro o vicino alle loro case durante la notte e di parcheggiare i veicoli all’esterno quando non vengono caricati. Chiede inoltre ai proprietari di non caricare i propri Bolt oltre il 90 percento o di scaricare la batteria al di sotto delle 70 miglia di autonomia rimanente.

GM aveva già richiamato due volte i Bolts dell’anno modello 2017-2019 dopo che la correzione iniziale sembrava non funzionare. L’espansione del richiamo arriva dopo che un Bolt dell’anno modello 2020 ha preso fuoco questa settimana negli Stati Uniti. Un video dell’incendio era stato pubblicato su YouTube ma è stato rimosso poche ore dopo e gli utenti su Reddit avevano notato che si trattava di un Bolt più recente che non era soggetto ai richiami originali. GM ha confermato a Il Verge che il veicolo era in realtà un Bolt del 2020.

A luglio, GM ha confermato che gli incendi si verificano quando sono presenti due difetti nelle batterie LG Chem che alimentano il Bolt. Venerdì, la società ha specificato che i difetti sono una linguetta dell’anodo strappata e un separatore piegato nella cella. Ha anche condiviso che i difetti sono nelle cellule prodotte in più impianti.

“Dopo ulteriori indagini sui processi di produzione presso LG e lo smontaggio dei pacchi batteria, GM ha scoperto difetti di fabbricazione in alcune celle della batteria prodotte negli impianti di produzione LG oltre lo stabilimento di Ochang, in Corea”, ha scritto GM in una nota. “GM e LG stanno lavorando per correggere la causa di questi difetti. Nel frattempo, GM sta portando avanti gli impegni di LG per il rimborso di questa azione sul campo”.

Il richiamo è costato a GM circa 800 milioni di dollari fino ad oggi, ma la società ha detto venerdì che il richiamo esteso avrà un costo aggiuntivo di 1 miliardo di dollari.

GM non è la sola ad avere problemi con le batterie LG. Hyundai ha dovuto richiamare la Kona EV all’inizio di quest’anno dopo che una manciata di veicoli ha preso fuoco. La società ha persino interrotto il SUV elettrico in Corea del Sud, poiché le vendite sono crollate in seguito agli incendi e al richiamo.

Sviluppando…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *