Israele approva la ripresa degli aiuti del Qatar a Gaza | Notizie su Hamas


Benny Gantz afferma che Israele raggiunge un accordo sul meccanismo per il Qatar per riprendere i pagamenti degli aiuti a migliaia di famiglie a Gaza.

Israele afferma di aver raggiunto un accordo con il Qatar e le Nazioni Unite su un meccanismo per trasferire gli aiuti dallo Stato del Golfo alla Striscia di Gaza assediata, aumentando le prospettive di soccorso nell’enclave palestinese dopo che è stata devastata in un conflitto israelo-Hamas.

L’erogazione degli aiuti dopo i combattimenti di maggio è stata in parte frenata da una disputa da Israele su Hamas e dal dibattito su come impedire al gruppo di accedere a tali fondi.

Hamas, il gruppo palestinese che governa Gaza, si è impegnato a non toccare i soldi dei donatori, che è emersa come una questione chiave nei colloqui mediati dall’Egitto a seguito di una tregua del 21 maggio che per lo più ha fermato le ostilità.

Annunciando un accordo giovedì, il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz ha affermato di essere stato in contatto con il Qatar “per stabilire un meccanismo che garantisca che il denaro raggiunga chi ne ha bisogno, pur mantenendo le esigenze di sicurezza di Israele”.

Secondo il nuovo meccanismo, gli aiuti dal Qatar “verranno trasferiti a centinaia di migliaia di abitanti di Gaza dalle Nazioni Unite direttamente sui loro conti bancari, con Israele che supervisionerà i destinatari”, ha affermato Gantz in una nota.

Gantz ha aggiunto che Israele continuerà la sua “campagna di pressione per il ritorno dei soldati e dei cittadini israeliani tenuti in ostaggio da Hamas”, riferendosi a due soldati dispersi in una guerra di Gaza del 2014 e a due civili che sono scivolati separatamente nell’enclave .

Nessun commento immediato da Hamas, che non ha dettagliato le condizioni dei quattro israeliani.

Il Qatar ha fornito centinaia di milioni di dollari alle famiglie più povere di Gaza negli ultimi anni. I fondi sono stati una fonte fondamentale di stabilità per il territorio impoverito, dove la disoccupazione si aggira intorno al 50 per cento.

Ma dal conflitto di maggio, Israele ha bloccato i pagamenti, insistendo sulla salvaguardia che nessuno dei soldi raggiungerà Hamas. Secondo il sistema prima della guerra, ogni mese venivano consegnati a Gaza circa 30 milioni di dollari in contanti in valigie attraverso un valico controllato da Israele.

Il Comitato per la ricostruzione della Striscia di Gaza del Qatar ha dichiarato di aver firmato un memorandum d’intesa con le Nazioni Unite per distribuire 100 dollari a ciascuna delle circa 100.000 famiglie a partire da settembre.

Più di 4.000 case di Gaza sono state distrutte o danneggiate durante i combattimenti di maggio, con perdite stimate dalla Banca Mondiale fino a 380 milioni di dollari. Egitto e Qatar hanno promesso 500 milioni di dollari ciascuno per la ricostruzione di Gaza.

Almeno 250 palestinesi e 13 in Israele sono stati uccisi durante i combattimenti di maggio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *