Erdogan afferma che i contatti turchi con gli Emirati Arabi Uniti hanno fatto progressi | Notizie di affari ed economia


Il presidente turco incontra il consigliere per la sicurezza nazionale degli Emirati Arabi Uniti Sheikh Tahnoun bin Zayed Al Nahyan per colloqui.

La Turchia e gli Emirati Arabi Uniti, acerrimi rivali in Medio Oriente, sono stati in contatto negli ultimi mesi e hanno compiuto alcuni progressi, ha affermato il presidente Recep Tayyip Erdoğan dopo rari colloqui con un alto funzionario degli Emirati Arabi Uniti.

Erdoğan ha detto mercoledì che lui e il consigliere per la sicurezza nazionale degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Tahnoun bin Zayed Al Nahyan, hanno discusso degli investimenti in Turchia, aggiungendo che se i colloqui procedessero bene, gli Emirati Arabi Uniti effettueranno “seri investimenti” in Turchia.

Il presidente turco ha anche affermato di essere disponibile a incontrare il sovrano de facto degli Emirati Arabi Uniti, il principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed bin Zayed Al Nahyan.

La Turchia e gli Emirati Arabi Uniti hanno sostenuto le parti opposte nelle controversie regionali, tra cui il conflitto in Libia e il blocco del Qatar da parte di diversi stati arabi, tra le altre questioni.

In un’intervista televisiva, Erdoğan ha affermato che i colloqui tenuti con Abu Dhabi negli ultimi due mesi e guidati dall’intelligence turca hanno raggiunto un certo livello.

“Credo che ci saranno altri colloqui nel prossimo processo”, ha detto.

“Siamo a favore dei principali attori della regione che negoziano e risolvono direttamente i problemi”.

Gli Emirati Arabi Uniti stanno anche sostenendo le richieste energetiche della Grecia nelle contestate acque del Mediterraneo orientale che la Turchia ha spinto alla ricerca di nuovi giacimenti di gas naturale lo scorso anno.

Ma Erdoğan ha compiuto sforzi per raggiungere una serie di rivali regionali, incluso l’Egitto, mentre cerca di uscire da un crescente isolamento diplomatico che ha raffreddato gli investitori stranieri nella fragile economia turca.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *