Queste foto di Haiti mostrano il dolore e il tumulto di disastri naturali consecutivi


La popolazione di Haiti ha continuato a soffrire martedì mentre le forti piogge della tempesta tropicale Grace hanno colpito l’isola giorni dopo che un terremoto mortale ha devastato la nazione caraibica. La scossa di magnitudo 7.2 di sabato ha ucciso più di 1.400 persone e ha lasciato decine di migliaia di altre senza casa.

Giorni dopo il terremoto, i corpi giacciono ancora nelle strade mentre i funzionari sono alle prese con il caos e il maltempo. Alcuni ospedali sono ormai troppo strutturalmente insicuri a seguito del disastro, costringendo personale medico per curare i pazienti all’esterno. Molte altre persone sono troppo spaventate per tornare alle loro case, temendo che un’altra scossa li faccia cadere.

Mentre le persone cercano il riparo che possono, spesso in tende improvvisate, gli operatori umanitari hanno consegnato cibo e si sono occupati dei feriti. Save the Children ha fornito teloni, taniche, kit per prendersi cura dei bambini a circa 250 famiglie, ma dice il gruppo di aiuto la terribile situazione è peggiorata dal tempo.

“Vedo bambini che piangono per strada, persone che ci chiedono cibo, ma anche noi siamo a corto di cibo”, ha detto il field manager di Save the Children Carl-Henry Petit-Frère l’Associated Press. “Le organizzazioni che sono qui stanno facendo quello che possono, ma abbiamo bisogno di più rifornimenti. Cibo, acqua pulita e riparo sono i più necessari, e ne abbiamo bisogno in fretta”.

Un paese profondamente impoverito e instabile, Haiti è ancora scosso dal devastante terremoto del 2010 che ha ucciso più di 200.000 persone, così come il assassinio del suo presidente il mese scorso e la pandemia di coronavirus in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *