Naomi Osaka lotta per tornare alle conferenze stampa sui tornei


“Le Olimpiadi di Tokyo, le stavo aspettando da quasi otto anni, perché non ce l’ho fatta a quella di Rio”, ha detto Osaka a proposito dei Giochi del 2016 a Rio de Janeiro. “Ho sentito che tutti hanno iniziato a chiedermi delle Olimpiadi di Tokyo ogni anno da quel momento, quindi mi sento molto triste per come ho fatto lì, ma anche un po’ felice di non aver perso anche al primo turno perché non ho giocato .”

Daugherty fece presto la sua domanda. “Non sei pazzo di trattare con noi, specialmente in questo formato”, ha detto. “Eppure hai molti interessi esterni che sono serviti dall’avere una piattaforma multimediale. Immagino che la mia domanda sia: come bilanciate i due?

Osaka esitò e chiese a Daugherty: “Quando dici che non vado matto a trattare con voi ragazzi, a cosa si riferisce?”

Daugherty ha risposto: “Beh, hai detto che non ti piace particolarmente il formato della conferenza stampa, ma questo sembra essere ovviamente il mezzo più utilizzato per comunicare ai media e attraverso i media al pubblico”.

Osaka cominciò a rispondere, parlando con cautela. “Direi che l’occasione, ad esempio, quando fare le conferenze stampa, è quella che ritengo più difficile”, ha detto, riferendosi al loro tempismo prima di fare diverse lunghe pause e poi rifiutando un’opportunità dal moderatore della conferenza stampa di muoversi alla prossima domanda.

Ha chiesto a Daugherty di ripetere la sua domanda. “Posso parlare solo per me stessa”, ha detto. “Ma sin da quando ero più giovane ho avuto molto interesse da parte dei media su di me, e penso che sia dovuto al mio background, così come al modo in cui gioco, perché in primo luogo sono un giocatore di tennis. Ecco perché molte persone sono interessate a me, quindi direi che sono molto diverso da molte persone. E non posso davvero fare a meno che ci siano alcune cose che twitto o che dico che creano molti articoli di notizie o cose del genere”.

Osaka ha detto che “non era davvero sicura di come bilanciare i due” e ha detto a Daugherty che stava “capiscendolo nello stesso momento in cui lo sei”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *