Densha de Go! recensione del controller del treno: è fantastico

Immagina se fossi davvero interessato a una serie di videogiochi, ma nessuno ha rilasciato un controller che ti ha permesso di giocare correttamente per 14 anni. Sfortunatamente, questa è esattamente la situazione che i fan di Densha De Go! si sono trovati fino a poco tempo fa. L’eccentrico franchise di guida del treno di Taito è in circolazione dalla metà degli anni ’90 su innumerevoli sistemi e dispositivi, ma non è lo stesso se non puoi schiacciare i freni con una leva gigante mentre entri in stazione con 17 secondi di ritardo .

Questo mese, però, un’azienda chiamata Zuiki è venuta in soccorso con il rilascio di una licenza ufficiale Densha de Go! controller per Nintendo Switch. Funziona con l’ultima versione del gioco, Hashirou Yamanote-sen, e segna il primo controller per console ad essere rilasciato dall’iterazione Wii nel 2007.

In tutta onestà, la serie non dovrebbe nemmeno essere una preoccupazione continua in questi giorni. Apparentemente l’ultima versione in assoluto, Densha de Go! Finale è stato rilasciato per PS2 nel 2004. Ma vari spin-off e port hanno continuato a comparire e il gioco ha ottenuto un riavvio completo per le sale giochi nel 2017, intitolato semplicemente Densha de Go!. Un adattamento di quel gioco è arrivato su PS4 l’anno scorso come Densha de Go! Hashirou Yamanote-sen, e successivamente allo Switch a marzo. Fino ad ora, però, non potevi giocare a questa versione con un controller del treno.

Il riavvio arcade ha fornito una solida base e Hashirou Yamanote-sen è una grande aggiunta alla serie. Utilizza l’Unreal Engine ed è tecnicamente molto più avanzato di qualsiasi altro Densha de Go! titolo, con una grafica 3D quasi fotorealistica. Il gioco è incentrato sulla linea JR Yamanote, il percorso circolare che si snoda intorno ai quartieri più trafficati di Tokyo, e l’esperienza sembra profondamente autentica: gli edifici e le caratteristiche della stazione sono chiaramente riconoscibili, con un mix audio che suonerà familiare a chiunque abbia mai visitato la città . In realtà, l’unica cosa che manca sono i jingle specifici della stazione che suonano alla partenza.

La versione Switch non è così brillante come quella che si ottiene su PS4, non sorprende, ma si comporta abbastanza bene. Vedrai che la risoluzione diminuirà visibilmente di tanto in tanto, ma il problema Densha de Go! è che ti concentrerai principalmente sulle icone e sulle statistiche nell’HUD piuttosto che sul conteggio dei pixel della grafica, e su Switch la fedeltà è abbastanza decente da dare un’impressione convincente di un viaggio in treno se non paghi troppo Attenzione. La versione PS4 ha il supporto per la realtà virtuale, tuttavia, che a seconda della prospettiva potrebbe essere più o meno coinvolgente rispetto all’utilizzo di un controller del treno dedicato.

Quindi riguardo a quel controller. Come con la recente versione arcade, Zuiki è andato con un design “a una maniglia”, al contrario di molti tradizionali Densha de Go! controller che hanno leve separate per l’accelerazione e la frenata. Con questo, spingi verso l’alto per frenare e tiri indietro per accelerare, con un pulsante del pollice per sbloccare quest’ultimo raggio di movimento. Non è diverso da un cambio automatico su un’auto. Quasi tutto è in plastica, ma il controller sembra di alta qualità: ha una struttura robusta che non si muoverà sul tavolino mentre lo si utilizza e la maniglia ha dei tonfi soddisfacenti tra ogni impostazione.

Ne hai bisogno per giocare? No. Ma anche… tipo? Hashirou Yamanote-sen è uscito su PS4 per quasi un anno senza alcun supporto per il controller, ma è stato comunque ben accolto in Giappone. Quando utilizzi un controller PS4 o Switch, tuttavia, devi tenere una levetta analogica in posizione per mantenere la velocità o la forza frenante e il gioco riconosce meno gradi di ciascuno. Con questo controller Zuiki, ottieni otto livelli di potenza del freno più un’impostazione di emergenza che richiede più forza fisica per attivarsi. Il design della levetta a cricchetto significa che ogni posizione del freno rimane dov’è una volta che ci si sposta su di essa, al contrario di una levetta analogica del controller che torna indietro senza pressione costante. L’accelerazione, nel frattempo, ha tre livelli che possono essere lasciati così come sono durante la navigazione, con due velocità più elevate che tornano indietro se non le tieni in posizione.

Il controller rende il gioco un’esperienza molto più fisica, reattiva e soddisfacente. Densha de Go! è tutto incentrato sulla modulazione della tua velocità: devi accelerare e frenare al momento giusto tra le stazioni e fermarti perfettamente nel punto giusto sulla piattaforma. Sarai penalizzato se sbagli uno dei due. È uno di quei giochi arcade che possono essere sia rilassanti che stressanti, con un concetto semplice e stimolante che offre un immenso sollievo quando tiri fuori una grande corsa. Questa sensazione è amplificata solo quando hai un controllo più diretto sul gioco.

Ho posseduto varie iterazioni di Densha de Go! negli anni. Dalla versione Dreamcast con il popolare controller di tipo 2, al gioco per PSP specifico di Osaka Loop Line quando vivevo in quella città, alla porta WonderSwan monocromatica stranamente avvincente del 1999, tutti hanno avuto il loro fascino. Tuttavia, il controller Zuiki offre senza dubbio la migliore esperienza domestica. Avrei preferito una versione compatibile con PlayStation per una migliore grafica e supporto VR, e Hashirou Yamanote-sen non ha il maggior contenuto della serie, ma questa versione di Switch fa ben sperare per il futuro del franchise.

Detto questo, questo sarà ovviamente un prodotto di nicchia. Zuiki dice che non guadagnerà più una volta esaurite le scorte e, a 14.850 yen ($ 135), è chiaramente rivolto ai fan convertiti. Taito ha rilasciato un controller plug-and-play con una porta HD di Densha de Go! Finale costruito pochi anni fa per quasi esattamente lo stesso prezzo, che probabilmente sarebbe un punto di ingresso migliore per i principianti. Il controller Zuiki non include nemmeno il Hashirou Yamanote-sen gioco, che non è stato rilasciato al di fuori del Giappone.

Tuttavia, questo è un prodotto ben eseguito e la sua esistenza è una gradita sorpresa. Speriamo che non ci vorranno 14 anni fino al prossimo – o ancora meglio, speriamo che questo ottenga 14 anni di supporto. So che mi piacerebbe usarlo per viaggiare oltre i confini della città di Tokyo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *