Il leader dell’opposizione dello Zambia Hichilema vince il voto presidenziale | Notizie sulle elezioni


L’ampiezza della vittoria dà il via ai festeggiamenti e significa che non ci sarà il ballottaggio del secondo turno.

Il magnate degli affari e leader dell’opposizione Hakainde Hichilema è stato dichiarato vincitore delle contestate elezioni presidenziali dello Zambia, sconfiggendo il presidente in carica Edgar Lungu.

Con 155 dei 156 collegi elettorali segnalati, i risultati ufficiali di lunedì hanno mostrato che Hichilema ha ottenuto 2.810.757 voti contro i 1.814.201 di Lungu.

“Dichiaro pertanto il suddetto Hakainde Hichilema presidente eletto della Repubblica dello Zambia”, ha detto in un discorso televisivo il presidente della commissione elettorale, il giudice Esau Chulu.

La significativa vittoria ha scatenato le celebrazioni nelle strade dopo un’elezione segnata da sporadiche violenze.

Hichilema, ex amministratore delegato di una società di contabilità prima di entrare in politica, deve affrontare un compito arduo ribaltare le fortune economiche di uno dei paesi più poveri del mondo.

Haru Mutasa di Al Jazeera, riportando dalla capitale Lusaka, ha affermato che molti degli elettori erano giovani.

“Dicono che questo sia stato un voto di protesta, una protesta per la speranza e una protesta per il cambiamento”, ha detto.

L’elezione ha segnato la sesta volta che Hichilema si è candidato per il posto di vertice e la terza volta che ha sfidato il 64enne in carica Lungu.

Nel 2016, ha perso di poco contro Lungu di circa 100.000 voti.

Lungu, in carica da sei anni, ha affrontato l’elettorato tra il crescente risentimento per l’aumento del costo della vita e la repressione del dissenso nel paese dell’Africa meridionale.

Hichilema ha goduto del sostegno di 10 partiti di opposizione al voto di giovedì sotto la bandiera del suo Partito Unito per lo Sviluppo Nazionale (UPND), la più grande opposizione in Zambia.

Lungu ha iniziato a piangere prima che fosse dichiarato un vincitore, sostenendo che le elezioni non erano né libere né eque a causa di episodi di violenza segnalati in quella che è tradizionalmente la roccaforte di Hichilema.

In una dichiarazione rilasciata attraverso l’ufficio del presidente, ha affermato che gli agenti elettorali del suo partito sono stati attaccati e cacciati dai seggi elettorali.

I funzionari del partito UPND di Hichilema hanno respinto la dichiarazione di Lungu come emanata da persone “che cercano di buttare fuori l’intera elezione solo per aggrapparsi al proprio lavoro”.

In termini di legge, se Lungu vuole risolvere una controversia o annullare le elezioni, deve rivolgersi alla Corte Costituzionale entro sette giorni per presentare un reclamo dopo l’annuncio del vincitore.

Gli osservatori elettorali internazionali hanno lodato l’organizzazione trasparente e pacifica delle urne, ma hanno condannato le restrizioni alla libertà di riunione e di movimento durante la campagna elettorale.

Le forze di sicurezza hanno bloccato Hichilema dalla campagna in diverse aree citando violazioni delle misure di coronavirus e un atto di ordine pubblico.

L’affluenza alle urne è stata stimata in poco più del 70 per cento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *