T-Mobile indaga su una segnalazione di violazione dei dati dei clienti che, secondo quanto riferito, coinvolge 100 milioni di persone

T-Mobile ha confermato domenica che sta esaminando un post sul forum online che afferma di vendere una grande quantità di dati sensibili dei suoi clienti. Scheda madre segnalato che era in contatto con il venditore dei dati, che ha affermato di aver preso dati dai server di T-Mobile che includevano numeri di previdenza sociale, nomi, indirizzi e informazioni sulla patente di guida relative a oltre 100 milioni di persone. Dopo aver esaminato i campioni dei dati, Scheda madre ha riferito che sembrava autentico.

“Siamo a conoscenza di affermazioni fatte in un forum sotterraneo e abbiamo attivamente indagato sulla loro validità”, ha detto un portavoce di T-Mobile in una e-mail a Il Verge. “Al momento non abbiamo ulteriori informazioni da condividere”.

Non è chiaro quando sia stato possibile accedere ai dati, ma T-Mobile è stata l’obiettivo di diverse violazioni dei dati negli ultimi anni, l’ultima nel dicembre 2020. Durante quell’incidente, le informazioni relative alle chiamate e i numeri di telefono di alcuni dei suoi i clienti potrebbero essere stati esposti, ma la società ha dichiarato all’epoca di non includere informazioni più sensibili come nomi o numeri di previdenza sociale.

Nel 2018, gli hacker hanno avuto accesso alle informazioni personali di circa 2 milioni di clienti T-Mobile che includevano nomi, indirizzi e numeri di conto e nel 2019 alcuni dei clienti prepagati di T-Mobile sono stati colpiti da una violazione che ha anche avuto accesso a nomi, indirizzi e account numeri.

Una violazione del marzo 2020 ha esposto alcune informazioni finanziarie dei clienti T-Mobile, numeri di previdenza sociale e altre informazioni sull’account.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *