Twitter sospende l’implementazione del programma di verifica dopo aver dato assegni blu agli account falsi

Twitter sta interrompendo l’espansione del suo programma di verifica, dicendo che deve lavorare sulla domanda e sul processo di revisione che consente alle persone di entrare nel club del segno di spunta blu. Questo cambiamento, in base al quale Twitter non consentirà a nuove persone di richiedere la verifica, sta arrivando dopo che Twitter ha ammesso che diversi account falsi, che secondo quanto riferito sembravano far parte di una botnet, sono stati verificati in modo errato.

Se hai recentemente richiesto la verifica, c’è una possibilità che tu la ottenga — Twitter Verified ha detto che sarà sto ancora esaminando le applicazioni esistenti, quindi il blocco impedisce solo a nuove persone di fare domanda. In altre parole, se potevi fare domanda prima, Il lead di Twitter dice che puoi ancora. Twitter non ha indicato che apporterà modifiche a i criteri che utilizza per ritenere i conti verificabili o meno. Un portavoce di Twitter ha detto a The Verge che “riprenderà a lanciare le applicazioni nelle prossime settimane”.

Questa non è la prima volta che Twitter mette in pausa il suo programma di verifica: ha sospeso il processo pubblico nel 2017, dopo aver ricevuto un contraccolpo per aver verificato uno degli organizzatori dietro il raduno Unite The Right a Charlottesville. Ha riportato una versione rinnovata nel 2021 e l’ha messa in pausa una settimana dopo a causa di una valanga di richieste.

I problemi di avvio e arresto che Twitter ha riscontrato con il suo programma verificato parlano delle difficoltà che possono derivare dall’emissione di un badge che a volte viene considerato dagli utenti come un’approvazione. Twitter afferma che lo scopo del badge è mostrare che un account è “autentico, notevole e attivo,ma anche questi criteri possono finire per suscitare polemiche quando le persone che sono discutibilmente notevoli ottengono il rifiuto delle loro domande (specialmente quando gli account ovviamente falsi ce la fanno).

Correzione: Una versione precedente di questo articolo affermava erroneamente che Twitter stava bloccando le applicazioni. Ci scusiamo per l’errore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *