Le migliori stelle del tennis scelgono Rest in vista degli US Open


Mentre i tour di tennis si preparano per gli US Open nel caldo estivo del Nord America, i giocatori più affermati di questo sport arriveranno a New York al freddo.

I cinque giocatori attivi con il maggior numero di titoli del Grande Slam alle loro spalle — Serena Williams, Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic e Venus Williams — mancano sia al National Bank Open di Toronto e Montreal di questa settimana, sia al Western & Southern della prossima settimana. Aperto nella periferia di Cincinnati. I veterani hanno tutti giocato in orari selettivi quest’anno, ma la loro totale assenza dal riscaldamento all’ultimo grande torneo dell’anno, che inizia il 30 agosto, è impressionante.

Djokovic, 34 anni, è stata l’unica del gruppo a competere alle Olimpiadi di Tokyo, mentre Federer, Nadal e Serena Williams hanno rinunciato e la classifica singola di Venus Williams di 112 non l’ha qualificata per le Olimpiadi.

L’offerta di Djokovic per la sua prima medaglia d’oro si è conclusa con una delusione. Dopo aver raggiunto le semifinali sia in singolare che in doppio misto, Djokovic ha perso la medaglia di bronzo in singolare contro Pablo Carreño Busta e si è ritirato dalla medaglia di bronzo nel doppio misto a causa di un infortunio alla spalla sinistra.

Djokovic, che tenterà a New York di diventare il primo uomo a vincere tutti e quattro i titoli del Grande Slam nell’anno solare dal 1969, ha attribuito alla stanchezza la colpa del suo ritiro da Cincinnati.

“Sto impiegando un po’ più di tempo per recuperare e recuperare dopo un viaggio piuttosto faticoso dall’Australia a Tokyo”, ha detto Djokovic, il campione in carica del Western & Southern. “Purtroppo, questo significa che non sarò pronto per competere a Cincinnati quest’anno, quindi rivolgerò la mia attenzione agli US Open e trascorrerò più tempo con la famiglia. Ci vediamo presto a New York!”

Nadal, 35 anni, è l’unico del gruppo ad aver giocato un evento di riscaldamento in Nord America. Dopo essersi ritirato sia da Wimbledon che dalle Olimpiadi per un infortunio al piede sinistro, ha giocato due partite al Citi Open di Washington, battendo Jack Sock prima di perdere contro il 50° Lloyd Harris.

Nadal, che ha un problema al piede di vecchia data perché il suo osso navicolare non si ossificava correttamente durante l’infanzia, era ottimista sui suoi progressi dopo la sua perdita contro Harris.

“La migliore notizia: il piede stava meglio di ieri”, ha detto Nadal la scorsa settimana. “Sono stato in grado di muovermi un po’ meglio, quindi è molto importante, soprattutto per me personalmente, continuare a godermi lo sport e continuare ad avere energia, credendo che le cose importanti siano possibili”.

Ma dopo ulteriori pratiche a Washington e Toronto, Nadal si è ritirato dal National Bank Open martedì.

“Stavo soffrendo, specialmente in quella prima partita”, ha detto Nadal martedì del suo gioco a Washington. “E soffrivo anche per gli allenamenti. Ma ti aspetti sempre un miglioramento o speri di migliorare, ed è per questo che sono venuto qui. E questo miglioramento non è avvenuto, no? Quindi credo davvero di non essere in grado di competere al livello di cui ho bisogno perché il piede non mi permette di muovermi nel modo in cui ho bisogno”.

Federer, che domenica ha compiuto 40 anni, ha citato l’infortunio al ginocchio che lo ha costretto a lasciare le Olimpiadi nel ritiro da Toronto e Cincinnati.

Serena Williams, che compirà 40 anni il mese prossimo, ha citato un infortunio alla gamba martedì nel ritiro da Cincinnati. La sua classifica WTA Tour è scesa al 20esimo posto.

Agli uomini, tuttavia, sono mancati momenti di transizione simili nei più grandi eventi sportivi. Quando Dominic Thiem ha vinto gli US Open dell’anno scorso a 27 anni, lo ha fatto senza dover affrontare nessuno dei cosiddetti Big Three. Nadal e Federer hanno entrambi perso il torneo e Djokovic ha perso il suo match del quarto round dopo aver colpito una guardalinee con una palla. Thiem è fuori concorso da giugno, quando ha subito un grave infortunio al polso destro in un torneo a Maiorca. Lui postato su Instagram mercoledì che stava “scambiando di nuovo la stecca con la mia racchetta”.

La vittoria di Thiem agli US Open l’anno scorso rimane l’unico campionato del Grande Slam vinto da un uomo nato negli anni ’90; 17 titoli del Grande Slam sono stati vinti da donne nate in quel decennio, con altri due vinti da donne nate negli anni 2000.

Interrogato sull’assenza di stelle consolidate dopo il ritiro di Nadal, Stefanos Tsitsipas, terzo in classifica, ha sottolineato il lato positivo del problema.

“Penso che ci sia spazio per nuove stelle”, ha detto Tsitsipas dopo la vittoria del secondo round a Toronto. “Negli ultimi anni si è parlato molto di loro e penso che ora stia dimostrando che le cose stanno cambiando. Vediamo una generazione diversa di giocatori farsi avanti e mostrare di cosa sono capaci.

“È interessante avere questo tipo di variazione e cambio di trono, chiamiamolo”, ha aggiunto Tsitsipas. “È interessante per il nostro gioco. Noi stessi abbiamo generato la nostra squadra di persone e tifosi che ci supportano, ci danno amore e sono lì per noi in ogni singola partita che ci segue”.

Un fan sembrava molto eccitato per Tsitsipas a Toronto, implorando “per favore toccami!” mentre si chinava verso di lui.

Non c’è stato contatto fisico, ma il tifoso è uscito soddisfatto. “Mi ha sorriso! Ha letteralmente sorriso!”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *