Apple aggiorna il titolo di Eddy Cue per riflettere meglio il suo turno ai servizi

Giovedì Apple ha lanciato un piccolo ma significativo aggiornamento al titolo di lavoro del dirigente senior Eddy Cue che presenta un’area di interesse su cui l’azienda è stata a lungo concentrata: servizi (attraverso 9to5Mac). Eddy Cue è un veterano di lunga data in Apple che ha contribuito alla creazione di iTunes e dell’App Store, ma il suo nuovo titolo di “Senior Vice President, Services” riflette la sempre più importante attività secondaria dell’azienda, se non addirittura la trasformazione in un’azienda di media e venditore ambulante di abbonamenti.

Prima di giovedì, Eddy Cue è stato vicepresidente senior di software e servizi Internet, con responsabilità che includeva la supervisione di iTunes Store, Apple Music, Apple Pay, Maps, Search Ads, iCloud e iWork. La sua nuova descrizione del lavoro enfatizza i tesori dell’abbonamento di Apple:

Eddy supervisiona l’intera gamma di servizi Apple, tra cui Apple Music, Apple News, Apple Podcast, l’app Apple TV e Apple TV Plus, nonché Apple Pay, Apple Card, Maps, Search Ads, i servizi iCloud di Apple e la produttività di Apple e app per la creatività.

Apple guadagna ancora un sacco di soldi vendendo hardware e software – guadagnando un totale di 81,43 miliardi di dollari durante il terzo trimestre del 2021 – ma la sua attività di servizi è cresciuta in modo specifico negli ultimi tempi, guadagnando un massimo di 17,5 miliardi di dollari durante lo stesso trimestre. Apple ha riscontrato un grande successo in successi in streaming come Ted Lasso che potrebbe aver aiutato, e sembra pronto a prendere ancora più grande, di più Game of Thronesaltalene a grandezza naturale con spettacoli come Fondazione più tardi questo autunno.

Cue ha avuto una mano in molte torte durante il suo tempo in Apple, inclusa la gestione di Siri per un periodo prima che Apple iniziasse a competere attivamente con Google Assistant. Ora è anche noto come uno dei pochi dirigenti che hanno spinto Apple per portare iMessage su Android, grazie a uno scambio di email tra Cue e il vicepresidente senior dell’ingegneria del software Craig Federighi che è stato scoperto come parte del Epico contro Apple causa antitrust.

Un cambio di titolo potrebbe non significare molto in termini di ciò che Cue fa quotidianamente, ma è un’ulteriore prova che il business dei servizi di Apple è qui per restare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *