Il politico russo milionario spara a un uomo che dice di aver scambiato per un orso


A Igor Redkin è stata scontata una condanna agli arresti domiciliari di due mesi come misura restrittiva provvisoria.

Partito Russia Unita

A Igor Redkin è stata scontata una condanna agli arresti domiciliari di due mesi come misura restrittiva provvisoria.



CNN

Un milionario e politico russo ha confessato di aver sparato a un uomo che dice di aver scambiato per un orso.

Igor Redkin è stato condannato a due mesi agli arresti domiciliari come misura restrittiva provvisoria per aver sparato accidentalmente all’uomo fuori da una discarica vicino al villaggio di Ozernovsky, nel distretto di Ust-Bolsheretsky, secondo l’agenzia di stampa statale RIA.

La sparatoria è avvenuta il 2 agosto e l’uomo è poi morto in ospedale.

Redkin è un membro del governo Russia Unita, di cui il presidente Vladimir Putin è il leader di fatto.

Il facoltoso politico ha impiegato quattro giorni per confessare il delitto, dopo che era stato denunciato dall’amministratore delegato regionale della commissione investigativa il 6 agosto.

Parlando il 10 agosto, Redkin ha detto ai funzionari che stava sparando alla discarica nel tentativo di spaventare un orso, ma ha invece colpito un uomo.

La sparatoria è stata uno dei due disastrosi incidenti legati a Redkin avvenuti negli ultimi giorni.

Giovedì, un elicottero di proprietà della sua compagnia privata si è schiantato contro un lago nella penisola di Kamchatka, nell’estremo oriente russo, lasciando otto passeggeri temuti morti, secondo quanto riferito dalla RIA.

Uno dei deputati più ricchi della Kamchatka, Redkin possiede una flotta di elicotteri attraverso la compagnia Vityaz-Aero.

Il servizio stampa del Ministero delle Emergenze (EMERCOM) in Kamchatka ha dichiarato all’agenzia di stampa statale TASS giovedì che “alle 00:50 ora di Mosca del 12 agosto 2021, sono state ricevute informazioni su un atterraggio duro dell’elicottero Mi-8 della Vityaz- Compagnia aeronautica nell’area del lago Kuril della Riserva Kronotsky.”

Secondo la RIA, il ministero della Difesa russo ha inviato rapidamente un elicottero Mi-8, insieme a tre veicoli sottomarini, sul sito.

Otto persone sono state salvate, ha detto RIA, citando il ministero della Difesa. Si teme che gli otto passeggeri rimasti siano morti.

La notizia ha inferto un altro colpo a Redkin, che oltre ad essere accusato in base all’articolo “omicidio”, è stato espulso dal partito Russia Unita che sostiene il presidente russo Putin.

Il vice segretario del consiglio generale del partito, il deputato della Duma di Stato Yevgeny Revenko, ha dichiarato alla RIA che, nonostante si tratti di un caso di “omicidio per negligenza”, il partito ha una politica di sospensione dell’iscrizione a qualsiasi membro del partito coinvolto in un procedimento penale.

Redkin resterà agli arresti domiciliari fino al 6 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *