Elicottero con 16 persone a bordo precipita nella Kamchatka russa | Notizie sull’aviazione


Sono emersi rapporti contrastanti su quante persone sono sopravvissute e quante sono rimaste disperse dopo che l’elicottero Mi-8 è caduto nel lago Kuril.

Un elicottero con 16 persone a bordo, la maggior parte dei quali turisti, si è schiantato nella penisola di Kamchatka, nell’estremo oriente russo, ha detto il governo locale, con sette passeggeri dispersi.

L’elicottero Mi-8 è caduto nel lago Kuril nella riserva naturale di Kronotsky, ha detto in una dichiarazione giovedì.

Secondo l’agenzia di stampa AP, l’elicottero si trova a una profondità di circa 100 metri (328 piedi) nel lago Kuril, che è profondo fino a 316 metri (1.037 piedi) con un’area di 77 chilometri quadrati (30 miglia quadrate) .

Secondo le prime informazioni, “a bordo c’erano tre membri dell’equipaggio e 13 passeggeri”.

Sul posto sono stati inviati quaranta soccorritori e sommozzatori. La Kamchatka si trova a più di 6.000 km (3.728 miglia) a est di Mosca.

Secondo una fonte del ministero della salute locale, nove persone sono state salvate.

“Nove persone sono state trovate, sono tutte vive”, ha detto la fonte all’agenzia di stampa Interfax, aggiungendo che l’operazione di ricerca sta continuando.

Il destino dei restanti sette non fu immediatamente noto.

È stata aperta un’indagine per violazione delle norme sulla sicurezza aerea, ha affermato il comitato investigativo russo, che gestisce le sonde sugli incidenti aerei.

Nel frattempo, l’agenzia di stampa Interfax ha citato funzionari secondo cui l’elicottero stava trasportando tre membri dell’equipaggio e 14 turisti quando è precipitato nella nebbia profonda.

Interfax inizialmente ha citato i funzionari regionali dicendo che nove persone, tra cui due piloti, sono sopravvissute all’incidente, ma in seguito ha riferito che solo otto sopravvissuti sono stati trovati mentre la ricerca degli altri continua.

I numeri variabili non potevano essere riconciliati immediatamente. I rapporti non elencavano le nazionalità dei turisti, ma dicevano che la maggior parte di loro proveniva da Mosca e San Pietroburgo.

L’area in cui è avvenuto lo schianto è raggiungibile solo con gli elicotteri e la nebbia ha complicato i soccorsi, ha riferito la RIA Novosti.

L’elicottero Vityaz-Aero stava trasportando i turisti a Khodutka, un vulcano vicino alla città di Petropavlovsk-Kamchatsky.

I notiziari russi hanno affermato che Vityaz-Aero è di proprietà di Igor Redkin, un uomo d’affari milionario che è membro del legislatore regionale della Kamchatka. Redkin è stato posto agli arresti domiciliari all’inizio di questa settimana dopo aver sparato e ucciso un uomo che stava rovistando in un bidone della spazzatura. Redkin ha detto che la sparatoria è stata accidentale dopo aver scambiato la vittima per un orso.

La Kamchatka è un vasto territorio con pochi abitanti ma è visitato dai turisti per i suoi vulcani e paesaggi.

A luglio, tutte le 28 persone a bordo del turboelica bimotore Antonov An-26 sono morte in un incidente in Kamchatka.

La Russia ha storicamente avuto scarsi risultati in termini di sicurezza aerea, ma ha notevolmente migliorato i suoi standard di aviazione dagli anni 2000.

Le principali compagnie aeree del paese sono passate da vecchi aerei sovietici a aerei più moderni.

Ma i problemi di manutenzione e la scarsa osservanza delle norme di sicurezza sono rimasti un problema.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *