Infermiera tedesca accusata di aver scambiato i vaccini contro il Covid-19 con una soluzione salina


Il centro di immunizzazione di Roffhausen in Frisia, nel nord-ovest della Germania

Mohssen Assanimoghaddam/picture alliance/Getty Images

Il centro di immunizzazione di Roffhausen in Frisia, nel nord-ovest della Germania



CNN

Un’infermiera è indagata dalla polizia in Germania per presunta sostituzione Vaccini contro il covid-19 con soluzione salina.

L’infermiera ha sostituito i vaccini tra marzo e aprile di quest’anno presso il centro di immunizzazione di Roffhausen in Frisia, nel nord-ovest della Germania, ha dichiarato su Facebook l’amministratore distrettuale della Frisia, Sven Ambrosy.

“Oggi ho avuto il triste dovere di informare circa 8.600 persone che potrebbero essere state colpite che non si può escludere che abbiano ricevuto una soluzione salina invece della vaccinazione all’appuntamento per la vaccinazione. Per la massima tranquillità, consigliamo alle persone di sottoporsi a una vaccinazione aggiuntiva”, ha affermato Ambrosy.

L’infermiera è stata in grado di sostituire le fiale perché era “responsabile della preparazione dei vaccini e della preparazione delle siringhe durante il suo orario di lavoro nel centro di vaccinazione”, hanno affermato le autorità sanitarie della Bassa Sassonia.

Le autorità locali e l’Ufficio sanitario statale della Bassa Sassonia hanno invitato tutti i tedeschi che hanno ricevuto i vaccini contro il Covid-19 nel centro di Roffhausen tra il 5 marzo e il 20 aprile a farsi avanti e ottenere un’altra dose.

“In questa situazione, è importante che a tutti coloro che possono essere colpiti vengano offerte vaccinazioni di recupero… Questo è l’unico modo per garantire una protezione completa delle vaccinazioni. Anche se le persone sono già state vaccinate correttamente due volte”, ha dichiarato martedì Matthias Pulz, presidente dell’Ufficio sanitario statale della Bassa Sassonia.

La polizia ha scoperto che l’infermiera coinvolta era “motivata a opporsi alla vaccinazione”, ha detto ai giornalisti martedì la squadra per la crisi del coronavirus del governo della Bassa Sassonia, che sta supervisionando il caso.

“Le indagini della polizia hanno dimostrato che la persona (coinvolta) era motivata ad opporsi alla vaccinazione… dal momento che rimane in silenzio con la polizia, non sappiamo se e fino a che punto sia stata manipolata durante questo periodo”, ha affermato Claudia Schröder, la vice capo del team coronavirus della Bassa Sassonia.

“Non sappiamo che molte persone siano state specificamente colpite e stiamo parlando di un periodo di sette settimane, quindi è anche un gran numero di persone che vengono prese in considerazione”, ha aggiunto Schröder. La soluzione salina non è considerata pericolosa per l’uomo.

Martedì, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha esortato i tedeschi a vaccinarsi, aggiungendo che la Germania sta assistendo a un aumento delle infezioni da Covid-19 a causa della variante Delta, nonostante i progressi sul lancio del vaccino.

La Merkel ha detto che spera che “chiaramente oltre il 70, meglio l’80%” della popolazione tedesca si vaccina. Il ministro della Sanità Jens Spahn ha dichiarato in un tweet che il 55,1% della Germania è completamente vaccinato.

Secondo il ministero della salute tedesco, a partire da settembre, le persone anziane e immunocompromesse potranno beneficiare di una terza vaccinazione di “richiamo” con un vaccino mRNA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *