Twitch darà agli streamer qualche informazione in più sul motivo per cui sono stati bannati

Le sospensioni di Twitch stanno per diventare un po’ più chiare per gli streamer: a partire da lunedì, il la società ha annunciato che includerà il nome e la data del contenuto che ha violato le regole della piattaforma quando emette un divieto.

Non è una spiegazione abbastanza chiara e semplice di cosa potrebbe aver fatto esattamente uno streamer per ottenere una sospensione – Twitch non sembra essere disposto a fornire quel livello di dettaglio su eventuali violazioni delle sue politiche – ma potrebbe potenzialmente aiutare gli streamer a capire cosa hanno sbagliato e cosa evitare in futuro.

Il nuovo sistema è più specifico di prima, quando Twitch elencava semplicemente quale regola era stata violata. Ma è ancora frustrantemente vago per gli streamer. Punta a un singolo flusso, che può consistere in ore di contenuti, ma ancora non illumina esattamente cosa sia stato che ha attraversato una linea.

Twitch ha sicuramente avuto difficoltà a fornire agli streamer chiarezza sui problemi relativi ai contenuti in precedenza. Nel 2020, la società ha emesso ondate di avvisi di rimozione DMCA ai creatori senza fornire chiarezza specifica su quali video violassero il copyright. L’annuncio di lunedì, sebbene non sia una soluzione completa, aiuta almeno a rendere le cose un po’ più chiare in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *