Il Dixie Fire della California è ora il secondo più grande nella storia dello stato | Notizie sul clima


Proseguono le indagini su ciò che ha scatenato l’incendio, che ora si è diffuso in un’area più grande della città di Houston, in Texas.

L’ancora infuriato Dixie Fire nel nord della California è ora il secondo più grande nella storia dello stato, hanno detto i funzionari domenica, giorni dopo che l’incendio ha distrutto una città storica e costretto all’evacuazione di migliaia di persone dalla zona.

Le autorità antincendio della California hanno affermato in un aggiornamento di domenica mattina che l’incendio si estendeva ora su 187.562 ettari (463.477 acri) ed è rimasto contenuto solo per il 21%, ma che le condizioni favorevoli consentirebbero agli equipaggi di combattere le fiamme.

“Si prevede che l’attività antincendio diminuirà durante le ore mattutine. L’ombreggiatura del fumo degli incendi nella regione ridurrà l’intensità del fuoco, aumentando il potenziale per gli equipaggi di fare progressi nella costruzione di linee di contenimento”, hanno affermato i funzionari in una nota. (PDF).

Almeno 404 strutture sono state distrutte finora dall’incendio, afferma anche il comunicato, mentre altre 13.800 sono in pericolo.

Solo l’incendio del complesso di agosto, che ha consumato più di 404.700 ettari (1 milione di acri) in California nell’agosto dello scorso anno, era più grande.

Le ondate di calore e la siccità storica legate ai cambiamenti climatici hanno reso gli incendi più difficili da combattere negli Stati Uniti occidentali.

Un veicolo bruciato con cerchioni fusi è visto dopo il passaggio del Dixie Fire vicino alla città di Canyondam il 7 agosto [Fred Greaves/Reuters]

Gli scienziati hanno affermato che il cambiamento climatico ha reso la regione molto più calda e secca negli ultimi 30 anni e continuerà a rendere il clima più estremo e gli incendi più frequenti e distruttivi.

A giugno, gli esperti hanno detto ad Al Jazeera che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden dovrebbe adottare un’ambiziosa strategia a lungo termine per mitigare gli incendi alimentati dai cambiamenti climatici, compresa la fornitura di maggiori finanziamenti per aiutare le autorità a diradare le fitte foreste che rappresentano un rischio di incendio.

Tornato in California, il Dixie Fire di questa settimana ha distrutto tutto il centro di Greenville, una vecchia città mineraria a circa 257 km (160 miglia) a nord di Sacramento.

“Sapevamo di non avere abbastanza precipitazioni e che potevano verificarsi incendi, ma non ci aspettavamo un mostro come questo”, ha detto all’agenzia di stampa Associated Press Kesia Studebaker, residente locale.

Sabato, l’ufficio dello sceriffo della contea di Plumas ha dichiarato di aver ricevuto le descrizioni di cinque persone considerate disperse a Greenville e che le stava cercando. Altre cinque persone scomparse sono state confermate trovate quel giorno.

Le cause dell’incendio, che ora si è diffuso in un’area più vasta della città di Houston, in Texas, restano oggetto di indagine.

Pacific Gas & Electric ha affermato che potrebbe essere iniziato quando un albero è caduto su una delle linee elettriche dell’utility.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *