Amazon e GoPro fanno causa ai venditori cinesi per treppiedi e impugnature contraffatti

Lo scorso giugno, Amazon ha creato un’unità per i crimini di contraffazione per combattere le imitazioni che affliggono il suo gigantesco negozio e oggi è annunciando la sua prima azione contro i fornitori di gadget falsi.

Amazon e GoPro hanno citato in giudizio sette cittadini cinesi e un paio di aziende per la distribuzione di imitazioni difficili da rilevare della sua impugnatura mobile per fotocamera “Handler” e impugnatura per treppiede “3-Way”, quelle che usano sfacciatamente il logo di GoPro, in un aprile La causa del 2021 che è stata aperta solo ora, perché c’è un’indagine penale parallela in Cina contro questi stessi venditori, rivela la denuncia.

Sebbene la causa non dica quante persone abbiano effettivamente acquistato questi accessori GoPro contraffatti, suggerisce che almeno alcuni acquirenti sono stati ingannati dai prodotti contraffatti. Uno ha scritto di essere “molto deluso dal fatto che sia stato fornito da GOPRO. D’ora in poi non acquisterò più prodotti di questo marchio.” Altri erano più scettici: “[It] non può essere una vera chiavetta GoPro perché si è arrugginita dopo due giorni”, ha scritto un altro cliente, secondo il reclamo.

L'immagine di confronto del treppiede mostra un pulsante più piccolo sul falso e diversi modelli di punti.

Immagine: causa Amazon

Molte diverse maniglie finte GoPro, che mostrano i loro loghi e la schiuma di colore più scuro rispetto a una legittima

Immagine: causa Amazon

Questa immagine mostra una maniglia con un chiaro logo GoPro su di essa.

Immagine: causa Amazon

Le differenze sembrano essere abbastanza sottili: i treppiedi contraffatti, ad esempio, potrebbero pesare un po’ meno, avere una superficie più ruvida, un pulsante più piccolo e un diverso numero di “punti” in punti diversi sul braccio. Anche la schiuma potrebbe essere di un colore leggermente più scuro. Non è chiaro il motivo per cui le aziende cinesi vedrebbero la necessità di contraffare questi prodotti, dato che il supporto per fotocamera di GoPro è una cosa eccezionalmente facile per trovare allegati di terze parti, ma forse pensavano che un logo ufficiale li avrebbe aiutati a distinguersi.

Amazon afferma di aver bloccato l’intero account venditore Amazon di questi imputati dopo che le contraffazioni sono state portate all’attenzione dell’azienda e di aver inviato campioni dei loro prodotti a GoPro per aiutare le indagini. Riferire questi casi alle forze dell’ordine fa parte della procedura standard, Kebharu Smith, capo dell’Unità contro i crimini di contraffazione di Amazon detto all’inizio di quest’anno.

Sebbene sia la prima causa per gadget dell’Unità per i crimini contraffatti di Amazon, non è la prima causa presentata. Abbiamo coperto una causa precedente contro venditori di beni di lusso falsi e la società afferma di aver intentato azioni legali congiunte come questa GoPro con altre società, tra cui “il produttore di abbigliamento HanesBrands, i marchi di lusso italiani Valentino e Ferragamo, il marchio di cosmetici KF Beauty, il marchio di accessori da viaggio per famiglie JL Childress, il produttore di dispositivi di raffreddamento YETI, l’azienda di giochi di carte a conduzione familiare Dutch Blitz e l’editore globale di giochi da tavolo Asmodee.

Amazon ha un problema di lunga data con le merci contraffatte e altre società hanno fatto causa in precedenza: Apple ha affermato nel 2016 che il 90% dei caricabatterie Apple venduti su Amazon erano falsi e i giornalisti sono stati in grado di trovare alcune contraffazioni anche dopo la successiva repressione di Amazon. Abbiamo scritto nel 2019 su come i prodotti AmazonBasics di Amazon stavano venendo eliminati. Ricordo di aver acquistato una scheda SD SanDisk contraffatta da Amazon qualche tempo fa. “Benvenuti nell’era dei prodotti contraffatti”, ha scritto Tronchese lo scorso febbraio, fornendo una varietà di esempi di Amazon.

Amazon suggerisce che, grazie ai suoi sforzi, il problema potrebbe non essere così grande come sospettato: ha pubblicato un rapporto sulla protezione del marchio questo maggio che afferma che l’azienda ha sequestrato e distrutto più di 2 milioni di prodotti contraffatti prima che fossero inviati ai clienti, che ha bloccato 10 miliardi di “inserzioni sospette errate” prima che apparissero sul negozio e che “meno dello 0,01% di tutti i prodotti venduti su Amazon ha ricevuto un reclamo contraffatto da parte dei clienti”.

Tuttavia, Amazon non dice pubblicamente quanti prodotti ha sul suo negozio, quindi è impossibile dire quanto potrebbe essere grande lo “0,01%” e quindi quanti prodotti potrebbero essere effettivamente riusciti a passare. Inoltre, non è chiaro quanti clienti saprebbero che sono stati venduti prodotti falsi e penserebbero di lamentarsi, in primo luogo.

GoPro ha rifiutato di commentare questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *