La FCC ha finalmente realizzato una nuova mappa della banda larga degli Stati Uniti

La Federal Communications Commission ha lanciato un nuova mappa progettato per mostrare ai consumatori che tipo di copertura cellulare possono aspettarsi in una determinata area da AT&T, T-Mobile, US Cellular e Verizon. È passato molto tempo e non riguarda la disponibilità di Internet da casa, ma sembra un miglioramento rispetto ai tentativi passati tristemente inadeguati e imprecisi dell’agenzia di mostrare le lacune nella copertura della banda larga della nazione.

Come Verge caporedattore Nilay Patel sottolineato su Twitter, non dovrebbe essere passato così tanto tempo prima che questa mappa fosse disponibile. Il legge che richiede che queste mappe siano fatte, noto come atto per l’accuratezza della distribuzione della banda larga e la disponibilità tecnologica (DATA), è stato firmato nel marzo 2020 e la mancanza di dettagli sulla copertura della banda larga ha creato confusione per anni sul cosiddetto divario digitale.

Vale anche la pena notare che la mappa non si basa su dati raccolti dalla FCC o raccolti in crowdsourcing. La presidentessa ad interim della FCC Jessica Rosenworcel ha dichiarato in un comunicato stampa che i dati sono stati forniti dai vettori che non hanno una grande reputazione per avere il quadro più accurato di dove forniscono e non forniscono la banda larga (sebbene la FCC stia lavorando per ottenere un quadro migliore della disponibilità di Internet da casa e Il Verge e Rapporti dei consumatori stanno lavorando per esaminare quanto sia conveniente la banda larga). La mappa inoltre non affronta il problema della disponibilità di Internet da casa, che è stata una preoccupazione di lunga data.

La mappa della FCC (a sinistra) rispetto a T-Mobile (a destra, in alto), AT&T (a destra, al centro) e quella di Verizon (a destra, in basso).

La mappa interattiva consente agli utenti di selezionare la mappa di copertura dell’operatore che desiderano visualizzare e fornisce informazioni sulla copertura LTE, sulla copertura vocale o su entrambe. La FCC afferma che la mappa è opera della sua task force per i dati a banda larga. La mappa è abbastanza user-friendly; invece di dover passare da T-Mobile, AT&T, e di Verizon mappe di copertura, gli utenti possono vedere tutti i dati in un unico posto, sovrapposti l’uno sull’altro. La mappa fornisce anche una distinzione tra disponibilità dei dati e disponibilità della voce, il che è utile, poiché essere in grado di effettuare una chiamata ed essere in grado di collegarsi online sono ovviamente due cose molto diverse.

Una cosa importante che manca alla mappa sono i dati sulla copertura 5G, o qualsiasi indicatore del tipo di velocità che gli utenti possono aspettarsi. In una nota sul lancio della mappa, Rosenworcel afferma che la rete deve fornire almeno 5 Mbps in giù e 1 Mbps in su per qualificarsi come copertura dati 4G. Se un operatore ha fornito un’area con velocità di 100 Mbps e un altro ha fornito velocità di 10 Mbps, potrebbe essere difficile da distinguere sulla mappa.

Rosenworcel ammette anche che questa mappa è solo un primo passo nel lavoro della FCC per migliorare le informazioni a disposizione dei consumatori, ma è importante. Almeno consente ai consumatori di conoscere il minimo di quale copertura mobile dovrebbero aspettarsi in una determinata area e fornisce loro gli strumenti per prendere decisioni più informate sul proprio provider di telefonia mobile. Si spera che la FCC possa fare uno sforzo simile per mappare la disponibilità delle connessioni Internet domestiche in futuro.

Aggiornamento del 6 agosto, 17:00 ET: Chiarito che questa mappa non risolve i problemi di disponibilità di Internet da casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *