Twitter Spaces aggiunge l’opzione di co-host per aiutare a moderare e gestire le stanze

Twitter sta aggiornando Spaces per consentire agli host di designare fino a due co-host per le sue stanze audio social, rendendo più facile per gli host dello spazio audio aiutare a gestire e moderare le conversazioni.

Una volta invitati, i co-host hanno quasi tutti gli stessi privilegi di moderazione e gestione dell’host principale: possono parlare, invitare altri membri della stanza a parlare, bloccare i tweet, avviare le persone dalla stanza e altro ancora.

Tuttavia, ci sono alcune limitazioni: solo l’host principale può invitare o rimuovere altri utenti come co-host: un co-host non può invitare un secondo, ad esempio. Anche i co-organizzatori non possono terminare la stanza; solo l’host originale può.

La funzione di co-host espande anche il numero di partecipanti che possono parlare contemporaneamente in uno Space: ora puoi avere un host, due co-host e dieci oratori tutti attivi in ​​una stanza contemporaneamente, rispetto ai precedenti dieci oratori limite.

La nuova aggiunta è in fase di lancio ora e dovrebbe essere una parte utile per aiutare gli host a tenere sotto controllo Spaces, soprattutto per le conversazioni più grandi. Il lancio veloce mostra anche quanto sia importante Twitter per gli Spaces: l’azienda ha inoltre recentemente dedicato l’area superiore delle timeline degli utenti nell’app (dove Fleets vivevano) alla funzione di social audio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *