TikTok sta testando una funzionalità di storie in stile Snapchat

Su una linea temporale abbastanza lunga, ogni app di social media tende ad aggiungere storie, e ora è apparentemente il turno di TikTok: la popolare app video sta sperimentando una nuova funzione di storie. La caratteristica è stata evidenziata da Matt Navarra su Twitter, e un portavoce di TikTok ha confermato il test in un’e-mail a Il Verge.

La nuova funzione, chiamata semplicemente “TikTok Stories”, sembra funzionare in modo simile ad altre funzioni di storie su app come Instagram o Snapchat. Le storie vivono in una barra laterale a scorrimento appena aggiunta, dove potrai vedere le storie pubblicate dagli account che segui su TikTok per 24 ore prima che vengano eliminate automaticamente. Anche altri utenti potranno reagire e commentare la tua storia. E proprio come su Instagram e altre piattaforme, potrai anche toccare l’immagine del profilo di un utente per caricare una storia.

TikTok descrive la funzione nell’app come “un nuovo modo di interagire con i tuoi fan”. Gli utenti possono creare una nuova storia toccando un pulsante “crea” che è stato aggiunto alla barra laterale e possono aggiungere le solite didascalie, musica e testo. Fedele alla natura video-first di TikTok, sembra che le storie debbano essere video, non immagini fisse.

“Stiamo sempre pensando a nuovi modi per portare valore alla nostra comunità e arricchire l’esperienza TikTok”, ha scritto un portavoce di TikTok in una dichiarazione a Il Verge. “Attualmente stiamo sperimentando modi per offrire ai creatori formati aggiuntivi per dare vita alle loro idee creative per la comunità di TikTok”.

La società non ha fornito alcun dettaglio su quanto ampiamente sta testando TikTok Stories, né quando (o anche se) vedrà un rilascio più ampio. Tuttavia, una rapida ricerca su Twitter rivela un numero di utenti TikTok che hanno già avuto accesso alla funzione.

Il fatto che TikTok sperimenti con le storie non è sorprendente. Le storie sono state una delle solo vere costanti nei social media, con piattaforme da Instagram a Facebook a Linkedin a Pinterest a Netflix a YouTube all’app Xbox che replicano la funzione originale di Snapchat del 2013. Quando funzionano, le storie sono un ottimo modo per far interagire gli utenti tra loro su un’app, offrire un nuovo posto per gli annunci e generalmente mantenere in movimento il ciclo di feedback di un’app di social media.

Le storie non hanno sempre successo, tuttavia: basta chiedere a Twitter, che è stato costretto a chiudere il proprio clone di storie – il nome creativo Fleets – all’inizio di questa settimana, appena otto mesi dopo il loro lancio, a causa di una generale apatia verso la funzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *