Test di velocità SSD PS5: le unità più lente funzionano

Se la tua PS5 sta già esaurendo la memoria a stato solido veloce, c’è una soluzione in arrivo. Il nuovo aggiornamento beta di Sony per PS5 ti consente di espandere i tuoi miseri 667 GB di spazio utilizzabile inserendo lo stesso tipo di chiavetta SSD M.2 che potresti inserire nel tuo laptop o PC desktop. Il mio collega Mitchell ha una guida all’acquisto dell’SSD PS5 proprio qui che soddisfa tutti i consigli di Sony, come velocità di almeno 5.500 MB/s. Ciò potrebbe farti pensare, però: che dire degli SSD più lenti?

Ecco perché abbiamo rintracciato un ADATA XPG Gammix S50 Lite, una delle unità PCIe Gen4 compatibili più lente che siamo riusciti a trovare a 3.900 MB/s in lettura e 3.200 MB/s in scrittura, e l’abbiamo inserita in una PS5, insieme a un’altra unità.

La PS5 legge 3898.001 megabyte al secondo nel suo test di velocità

Sì, è un’unità da 3900 MB/s.
Immagine di Sean Hollister / The Verge

Abbiamo confrontato l’S50 Lite con l’SSD interno della PS5 e un Sabrent Rocket da 500 GB da 5.000 MB/s in una serie di test, inclusi i tempi di caricamento per giochi come le prime vetrine di PS5 Ratchet and Clank: Rift Apart e Spider-Man: Miles Morales. Abbiamo anche misurato il tempo necessario per eseguire il backup dei giochi su ogni tipo di unità, inserendo un HDD esterno Seagate per il confronto, poiché Sony ora consente di archiviare i giochi PS5 e riprodurre i giochi PS4 da un disco rigido tradizionale.

Il verdetto? Sorprendentemente, anche l’SSD compatibile più lento che abbiamo trovato ha avuto tempi di caricamento quasi identici a quello che Sony include nella confezione. A volte è un secondo più lento, a volte un secondo o due più veloce, ma fondamentalmente è un lavaggio totale. Saltando attraverso le dimensioni in Ratchet and Clank: Rift Apart, non ho notato differenze apprezzabili con l’SSD più lento.

Tempi di caricamento dell’SSD PS5

Gioco SSD interno Razzo Sabrent XPG Gammix S50 Lite HDD esterno
Gioco SSD interno Razzo Sabrent XPG Gammix S50 Lite HDD esterno
Ratchet and Clank: Rift Apart 14 secondi 14 secondi 15 secondi N / A
di ritorno 30 secondi 30 secondi 31 secondi N / A
Spider-Man: Miles Morales (PS5) 19 secondi 18 secondi 17 secondi N / A
Remake di FFVII (PS5) 10 secondi 10 secondi 10 secondi N / A
Remake di FFVII (PS4) 43 secondi 43 secondi 43 secondi 58 secondi
Yakuza come un drago (PS5) 31 secondi 32 secondi 32 secondi N / A
Yakuza come un drago (PS4) 37 secondi 37 secondi 35 secondi 52 secondi

Media; misurato dalla schermata iniziale di PS5 al gameplay attivo.

Inoltre, non ho necessariamente visto un’enorme differenza tra le unità quando si tratta di trasferire i giochi avanti e indietro, ma c’è stata una grande sorpresa: almeno in questa beta, sembra che Sony potrebbe limitare la velocità di scrittura della PS5 unità interna. Ci sono voluti solo 2:26 per inviare copie di PS5 e PS4 Final Fantasy VII Remake all’SSD Sabrent, per esempio, ma 12:47 per tornare alla PS5, oltre cinque volte di più.

In media, ho visto velocità di scrittura di circa 1.100 MB/s trasferire i miei cinque giochi di prova su una delle mie unità M.2 aggiuntive, ma solo circa 220 MB/s rimandare quegli stessi giochi alla PS5. Entrambi sono molto migliori della velocità media di trasferimento di 141 MB/s che ho visto inviare i giochi all’HDD di Seagate e dei 97 MB/s che ho visto ritrasmetterli: ci è voluta più di mezz’ora (31:24) per trasferire il Fantasia finale i 176,5 GB dei giochi tornano all’SSD interno. Ma le velocità di scrittura SSD interne più lente sono strane e Sony non ha commentato quando ho chiesto.

Per ora, la domanda più grande è questa: gli sviluppatori di giochi ottimizzeranno completamente i loro giochi per le incredibili velocità che un SSD può permettersi?

Ad esempio, dai un’occhiata ai nostri tempi di caricamento per Final Fantasy VII Remake nel grafico sopra. Indipendentemente dall’unità, la versione PS4 impiega quattro volte più tempo per caricarsi! È la differenza tra l’attesa attraverso una schermata di caricamento piena di suggerimenti di gioco per tenerti occupato e, a 10 secondi netti dal momento in cui lasci la schermata principale della PS5 al momento in cui puoi spostare Cloud Strife nel tuo salvataggio, vedere a malapena un caricamento schermo affatto. Quest’ultimo è incredibile da vedere.

Guarda anche quelli Uomo Ragno: Miles Morales numeri? Il gioco no sempre caricare il più velocemente possibile. A volte, avvierai il gioco per vedere le introduzioni di Marvel, Insomniac e PlayStation Studios che consumano ben 26 secondi, facendo impiegare al gioco più di 43 secondi per caricarsi in totale. Ma altre volte, li ignorerà misteriosamente, caricandosi in più di 17 secondi, e non sono riuscito a capire perché. Mi piacerebbe avere un interruttore per disattivare quelle introduzioni, e spero che anche altri giochi per PS5 le saltino.

Finirei e comprerei l’SSD PCIe Gen4 più lento che posso acquistare per la mia PS5? Non ne sono così sicuro, perché Sony ha scelto le specifiche SSD consigliate per un motivo: anche se i giochi di oggi e la PS5 di oggi non stanno sfruttando appieno, gli sviluppatori potrebbero aver bisogno di quel margine aggiuntivo in futuro. Sono stati promessi 5.500 MB/s per offrire mondi di gioco istantanei, e non mi piacerebbe scoprire di aver comprato l’unità sbagliata anni dopo.

Inoltre, potrebbero esserci già dei momenti in Ratchet and Clank: Rift Apart dove noterai una differenza, dice il direttore tecnico di Insomniac Mike Fitzgerald:

Inoltre, Microsoft utilizza anche un SSD nella sua Xbox Series X, ma con meno della metà delle prestazioni grezze a 2,4 GB/s invece dei 5,5 GB/s di PS5. Quindi, anche se gli sviluppatori ne approfittano, è possibile che molti giochi di nuova generazione non vedano mai tutti i vantaggi se prendono di mira sia Xbox che PlayStation anziché PS5 in modo specifico. Probabilmente vedrai i maggiori benefici dai titoli esclusivi per PlayStation Studios di Sony, anche se la velocità di Square Enix Final Fantasy VII Remake Intergrade i tempi di caricamento mi fanno sperare di più.

Ad ogni modo, per un elenco di SSD che soddisfano effettivamente i requisiti e i consigli di Sony, ecco la nostra guida all’acquisto.

Foto di Tom Warren / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *