Secondo quanto riferito, il PSVR di nuova generazione di Sony è stato dettagliato in un vertice degli sviluppatori

Sembrano spuntare sempre più dettagli per le cuffie per realtà virtuale PlayStation di prossima generazione pianificate da Sony. Secondo Canale YouTube PSVR Senza Parole insieme a ulteriore conferma da Carica VR, Martedì Sony ha tenuto un summit degli sviluppatori in cui ha dettagliato nuove informazioni sui controller e sulla strategia di sviluppo del gioco per il sequel del PSVR e sembrava confermare alcune funzionalità che sono già state segnalate.

Tra i nuovi dettagli, i controller PSVR di nuova generazione (o controller NGVR, in base a ciò che PSVR Without Parole sostiene sia il nome in codice per il dispositivo) secondo quanto riferito possono rilevare non solo quando si tiene premuto il controller e si toccano i pulsanti, ma anche quanto lontano le tue dita lo sono. La funzione suona un po’ come il rilevamento radar che Google ha integrato nei suoi telefoni e dispositivi domestici intelligenti in passato con il chip Soli.

Secondo quanto riferito, Sony ha anche detto agli sviluppatori che sta cercando di perseguire un modello ibrido per le future versioni AAA su PlayStation. L’obiettivo è avere il supporto VR opzionale per tutte le versioni principali, simile a cosa Resident Evil 7 e Il cielo di nessuno ricevuto su PS4 e PS5. Per quanto ne sappiamo, è ancora necessaria una console per utilizzare il PSVR, ma se questo piano è vero, potresti scegliere di riprodurre i principali titoli AAA in VR o sulla tua TV in futuro.

Sony ha annunciato pubblicamente il PSVR di nuova generazione a febbraio e ha dettagliato le caratteristiche dei suoi nuovi controller non molto tempo dopo. Tenendo conto delle informazioni ufficiali e di cosa Carica VR ha riportato come possibili specifiche per il dispositivo, ecco cosa sappiamo finora del PSVR di nuova generazione:

  • Il PSVR di nuova generazione si collega alle console PlayStation tramite un singolo cavo, non è necessario alcun box passthrough
  • Le cuffie sono dotate di display OLED a risoluzione più elevata che offrono 2000 x 2040 pixel per occhio (per una risoluzione totale di 4K) con un campo visivo di 110 gradi migliorato (10 gradi più ampio rispetto al PSVR).
  • Secondo quanto riferito, Sony prevede di utilizzare una risoluzione di ridimensionamento flessibile in combinazione con il rendering foveated abilitato dal tracciamento oculare, per consentire al dispositivo di eseguire il rendering solo di ciò che si sta effettivamente guardando. L’obiettivo generale è ridurre lo stress su PSVR e PS5 e migliorare le prestazioni.
  • Secondo quanto riferito, Sony utilizzerà il tracciamento inside-out per il PSVR di nuova generazione e la società afferma che i controller del dispositivo avranno trigger adattivi, feedback tattile, pulsanti sensibili al tocco e, secondo quanto riferito, la capacità di rilevare la distanza tra le dita e il dispositivo.

Se tutte queste funzionalità sono confermate, sembra che Sony abbia adottato una buona parte dei nuovi standard VR resi popolari da Oculus Quest e Quest 2 e anche alcune delle funzionalità più avanzate di Valve Index e HTC Vive Pro. Secondo quanto riportato da Bloomberg, Sony non lancerà effettivamente il nuovo PSVR fino alle vacanze del 2022, ma la società potrebbe finalizzare e annunciare maggiori dettagli entro la fine dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *