Il governatore perdona la coppia statunitense che ha agitato le armi contro i manifestanti BLM | Black Lives Matter News


La coppia era stata accusata di reato di uso improprio di un’arma, ma è stata accolta come eroi popolari dal partito repubblicano.

Una coppia degli Stati Uniti che l’anno scorso ha puntato le pistole contro i manifestanti di Black Lives Matter che marciavano davanti alla loro villa nello stato del Missouri è stata graziata per reati minori dal governatore dello stato.

Mark e Patricia McCloskey erano a piedi nudi nella loro proprietà di St Louis e agitavano le pistole mentre i manifestanti pacifici sfilavano il 28 giugno 2020.

La manifestazione faceva parte di un più ampio movimento per la giustizia razziale che ha travolto gli Stati Uniti sulla scia delle uccisioni di diversi neri da parte della polizia, tra cui George Floyd a Minneapolis, Minnesota, e Breonna Taylor a Louisville, Kentucky.

Le immagini della coppia armata McCloskey, che in seguito furono abbracciate come eroi popolari dal partito repubblicano, divennero il simbolo dell’accresciuta polarizzazione negli Stati Uniti in mezzo a una grande resa dei conti sulla giustizia razziale.

Entrambi sono stati originariamente accusati di reato di uso improprio di un’arma, si sono dichiarati colpevoli di aggressione di quarto grado per lui e di molestie minori per lei il mese scorso e sono stati multati rispettivamente di $ 750 e $ 2.000.

Martedì, l’ufficio del governatore repubblicano del Missouri Mike Parson ha annunciato che la coppia era stata graziata, una mossa che Parson aveva promesso dallo scorso anno.

“Modo minaccioso”

Un procuratore speciale che era stato nominato per il caso dei McCloskey aveva precedentemente stabilito che non c’erano prove che entrambi fossero stati minacciati dai manifestanti nella loro strada.

Il procuratore del circuito di St Louis Kimberly Gardner, dopo aver accusato la coppia, ha dichiarato: “È illegale agitare armi in modo minaccioso contro coloro che partecipano alla protesta non violenta”.

I McCloskey sono diventati parafulmini culturali sulla scia dell’incidente e prima delle elezioni presidenziali del 2020. Sono stati presentati durante la Convention nazionale repubblicana mentre il partito si è unito attorno a un messaggio che le città degli Stati Uniti venivano invase da criminali violenti.

“Non commettere errori: non importa dove vivi, la tua famiglia non sarà al sicuro nell’America dei democratici radicali”, ha detto Patricia McCloskey in un video mostrato all’evento dell’agosto 2020, in cui l’allora presidente Donald Trump è stato ufficialmente nominato come il Candidato repubblicano alla presidenza.

A maggio, Mark McCloskey ha annunciato di essere in corsa per uno dei seggi del Missouri al Senato degli Stati Uniti.

In un video della campagna, ha evidenziato l’incidente mentre esagerava la minaccia che la coppia aveva affrontato.

“Quando la folla inferocita è venuta per distruggere la mia casa e uccidere la mia famiglia, ho preso posizione contro di loro”, ha detto. “Non mi tirerò mai indietro”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *