Gerrit Cole degli Yankees positivo al coronavirus


Nell’ultima battuta d’arresto legata al coronavirus per gli Yankees, Gerrit Cole, il miglior lanciatore titolare della squadra, è risultato positivo al virus e salterà il suo prossimo inizio, che era stato programmato per martedì.

Il manager Aaron Boone ha annunciato il test positivo di Cole in una conferenza stampa post-partita in seguito a quella del team 7-1 sconfitta contro i Baltimore Orioles lunedì allo Yankee Stadium. A Boone è stato chiesto come Cole si sarebbe ripreso da una dura sconfitta della scorsa settimana contro i Tampa Bay Rays e ha risposto con la notizia della diagnosi.

“Gerrit non lancerà domani”, ha detto Boone. “In realtà è risultato positivo al Covid”.

Due volte in questa stagione gli Yankees hanno avuto focolai tra la squadra che hanno coinvolto diversi giocatori o staff, ma le notizie di lunedì si sono limitate a Cole.

“Al momento, è l’unico”, ha detto Boone.

Boone non ha detto se Cole è vaccinato o meno. La maggior parte dei positivi tra i giocatori e lo staff degli Yankees in questa stagione sono stati i cosiddetti casi rivoluzionari, in cui una persona risulta positiva nonostante sia completamente vaccinata.

La battuta d’arresto arriva in una strana stagione per Cole in cui è diventato inavvertitamente il volto di un’epidemia di medico della palla dopo aver parlato di una domanda diretta sul fatto che avesse usato Spider Tack per migliorare la sua presa sulle palle da baseball. Cole, 30 anni, ha ancora messo insieme numeri abbastanza solidi, con un record di 10-6, un’ERA di 3,11 e 176 strikeout in testa alla major league in 130 e un terzo inning. Ma dalla domanda su Spider Tack, ha un’ERA 4.28 in nove inizia.

Mentre Boone non ha dichiarato in modo definitivo chi avrebbe iniziato al posto di Cole contro Baltimora martedì, ha detto che molto probabilmente sarebbe stato Nestor Cortes Jr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *