Cinque agenti di polizia statunitensi accusati di arresti violenti di uomini neri | Black Lives Matter News


Le telecamere di sicurezza mostrano due agenti della Florida che prendono a calci un uomo mentre era ammanettato e tre agenti che attaccano un altro uomo che stava registrando l’arresto.

Cinque agenti di polizia in Florida sono stati accusati di percosse collegate agli arresti violenti di due uomini di colore la scorsa settimana.

Il video di sorveglianza ha mostrato un ufficiale inseguire Dalonta Crudup, 24 anni, nella hall del Royal Palm Hotel a South Beach nelle prime ore del mattino del 26 luglio. L’ufficiale ha ordinato a Crudup di atterrare sotto tiro e Crudup ha obbedito. Pochi istanti dopo, più di una dozzina di altri ufficiali sono corsi nell’atrio per circondare Crudup, che poteva essere visto a terra con le mani dietro la schiena.

Il procuratore dello stato di Miami-Dade Katherine Fernandez Rundle ha tenuto una conferenza stampa lunedì per annunciare le accuse di reato di primo grado contro il sergente di polizia di Miami Beach Jose Perez, l’agente Kevin Perez, l’agente Robert Sabater, l’agente David Rivas e l’agente Steven Serrano.

Gli agenti sono stati sospesi e si sono costituiti lunedì.

Fernandez Rundle ha detto che potrebbero seguire ulteriori spese.

L’incidente arriva nel mezzo di un dibattito nazionale sulla polizia negli Stati Uniti, innescato in gran parte dalla morte nel maggio 2020 di George Floyd, un uomo di colore che è soffocato sotto il ginocchio di Derek Chauvin, un ufficiale di polizia bianco. La morte di Floyd ha acceso le proteste per la brutalità della polizia e il razzismo nel paese.

Ad aprile, un tribunale ha dichiarato Chauvin colpevole di omicidio e lo ha condannato a 22,5 anni di carcere.

Fernandez Rundle ha detto che le riprese della telecamera del corpo dell’incidente di Miami hanno mostrato che il sergente Jose Perez ha preso a calci un Crudup ammanettato tre volte, mentre l’agente Kevin Perez ha preso a calci Crudup almeno quattro volte.

“Quando abbiamo visto quel calcio in testa, poi l’abbiamo rigiocato e abbiamo visto tutti gli altri calci che l’hanno preceduto. Era insondabile. Indicibile. Inescusabile”, ha detto.

Fernandez Rundle ha detto che il video di sorveglianza mostra anche Khalid Vaughn, 28 anni, che usa un telefono cellulare per registrare l’arresto di Crudup da circa quattro metri (12 piedi) di distanza. Le riprese della telecamera del corpo hanno mostrato Vaughn indietreggiare su istruzione di un ufficiale quando Sabater ha affrontato Vaughn, gettandolo a terra e prendendolo ripetutamente a pugni. Fernandez Rundle ha detto che Rivas e Serrano hanno anche colpito Vaughn.

“Ho iniziato a registrarlo. L’hanno già messo in manette. Lo hanno picchiato, si sono girati, mi hanno caricato, mi hanno picchiato… mi hanno preso a pugni, mi hanno dato una gomitata in faccia “, ha detto Vaughn Le 10 notizie locali di Miami di lunedi. “Sono stato letteralmente aggredito dagli agenti”, ha detto.

Il canale ha riferito che anche Shariff Cobb, 27 anni, ha registrato l’incidente con il suo cellulare ed è stato arrestato.

Gli agenti hanno affermato di aver inizialmente seguito Crudup in hotel perché ha colpito un agente di pattuglia in bicicletta mentre guidava uno scooter incautamente. Quell’ufficiale è stato portato in ospedale per il trattamento delle lesioni alle gambe. Crudup è stato accusato di diversi capi di imputazione, tra cui la percosse aggravate a un agente delle forze dell’ordine.

Le accuse contro Vaughn di resistenza all’arresto con violenza e di impedimento a un’indagine della polizia sono state ritirate.

Persone che celebrano Juneteenth, che commemora la fine della schiavitù negli Stati Uniti, al Black Lives Matter Plaza a Washington, DC [File: Ken Cedeno/Reuters]

Crudup ha detto che soffriva di un occhio nero, sangue sul mento e costole ammaccate.

“Sono stato picchiato, mi hanno messo dei punti, sono andato in ospedale”, ha detto a Local 10 News il 27 luglio dopo aver pubblicato la cauzione.

Ha detto di non essersi reso conto che gli agenti di polizia lo stavano inseguendo perché aveva le cuffie e ha negato di aver colpito un agente di polizia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *