Il miglior diplomatico statunitense incontrerà i funzionari del sud-est asiatico la prossima settimana | Notizie Cambogia


Il segretario di Stato Antony Blinken parteciperà alla riunione annuale dei ministri degli esteri dell’ASEAN, tra gli altri, afferma un funzionario statunitense.

Il massimo diplomatico degli Stati Uniti incontrerà virtualmente i funzionari del sud-est asiatico la prossima settimana, ha detto sabato un alto funzionario del Dipartimento di Stato, mentre l’amministrazione del presidente Joe Biden cerca di dimostrare che la regione è una priorità mentre affronta anche la crisi in Myanmar.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken parteciperà a riunioni virtuali per cinque giorni consecutivi, comprese le riunioni annuali dei 10 ministri degli esteri dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) e di altre nazioni e riunioni separate dei paesi della sottoregione del Basso Mekong Myanmar, Cambogia, Laos , Vietnam e Thailandia.

“Penso che sia una chiara dimostrazione del nostro impegno per la regione”, ha detto il funzionario del Dipartimento di Stato, che ha informato l’agenzia di stampa Reuters a condizione di anonimato.

Negli ultimi anni i massimi funzionari statunitensi non hanno sempre partecipato alle riunioni dell’ASEAN e talvolta hanno inviato più funzionari più giovani ai vertici della regione.

Gli incontri virtuali arrivano dopo che l’amministrazione Biden nei suoi primi giorni è stata vista come poca attenzione alla regione di oltre 600 milioni di persone, che è spesso messa in ombra dalla Cina, che gli Stati Uniti vedono come la sua principale sfida di politica estera.

Ma gli alti funzionari statunitensi hanno effettuato una serie di visite nella regione negli ultimi mesi.

Il vice segretario di Stato Wendy Sherman ha visitato l’Indonesia, la Cambogia e la Thailandia a maggio e giugno, il segretario alla Difesa Lloyd Austin è stato in Vietnam e nelle Filippine questa settimana e il vicepresidente Kamala Harris è in visita a Singapore e in Vietnam.

Domenica, gli Stati Uniti hanno spedito 3 milioni di dosi del vaccino Moderna COVID-19 in Vietnam e hanno inviato dosi anche ad altri paesi del sud-est asiatico.

Tuttavia, un accordo raggiunto a marzo con Giappone, Australia e India per fornire un miliardo di dosi alla regione si è bloccato a causa di un divieto di esportazione indiano.

Entro la metà della prossima settimana gli Stati Uniti avranno donato 23 milioni di dosi ai paesi della regione, che sta vivendo un’ondata di coronavirus legata alla variante altamente contagiosa del Delta.

Agli incontri della prossima settimana prenderanno parte anche rappresentanti del governo militare del Myanmar.

I governanti militari del paese sono stati sottoposti a una serie di sanzioni statunitensi da quando l’esercito ha organizzato un colpo di stato il 1 febbraio e ha arrestato leader eletti tra cui Aung San Suu Kyi, provocando proteste diffuse.

In un incontro con i ministri degli esteri dell’ASEAN all’inizio di questo mese, Blinken ha invitato i paesi ad agire per porre fine alla violenza e ripristinare la democrazia in Myanmar.

Nel frattempo, il Regno Unito ha avvertito questa settimana che metà della popolazione del Myanmar di 54 milioni potrebbe essere infettata da COVID-19 entro le prossime due settimane.

“Il virus si sta diffondendo tra la popolazione, davvero molto velocemente”, ha detto l’ambasciatore britannico delle Nazioni Unite Barbara Woodward a una discussione informale del Consiglio di sicurezza sul Myanmar. “Secondo alcune stime, nelle prossime due settimane, metà della popolazione del Myanmar potrebbe essere infettata dal COVID”, ha affermato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.