Le Nazioni Unite hanno avvertito della “terribile” situazione COVID in Myanmar | Notizie sulla pandemia di coronavirus


La metà della popolazione del Myanmar potrebbe contrarre il COVID-19 entro le prossime due settimane, afferma il Regno Unito al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Il Regno Unito ha avvertito il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che metà della popolazione di 54 milioni di Myanmar colpita dal colpo di stato potrebbe essere infettata da COVID-19 entro le prossime due settimane.

Il Myanmar è nel caos da quando i militari hanno deposto un governo eletto guidato da Aung San Suu Kyi il 1° febbraio, innescando proteste diffuse e combattimenti tra l’esercito e le milizie civili di nuova formazione.

Gli Stati Uniti, il Regno Unito e altri hanno imposto sanzioni ai generali per il golpe e la repressione delle proteste a favore della democrazia in cui centinaia di persone sono state uccise. Anche le attività tentacolari dell’esercito sono state prese di mira.

“Il colpo di stato ha provocato un collasso quasi totale del sistema sanitario e gli operatori sanitari vengono attaccati e arrestati”, ha detto l’ambasciatore britannico delle Nazioni Unite Barbara Woodward a una discussione informale del Consiglio di sicurezza sul Myanmar.

“Il virus si sta diffondendo tra la popolazione, davvero molto velocemente. Secondo alcune stime, nelle prossime due settimane, metà della popolazione del Myanmar potrebbe essere infettata dal Covid”, ha affermato.

Il Regno Unito ha esortato il Consiglio a garantire che la risoluzione 2565, che richiede il cessate il fuoco nelle zone di conflitto per consentire la consegna sicura dei vaccini contro il coronavirus, sia rispettata in Myanmar.

“È fondamentale considerare come implementare [it]”, ha detto Woodward.

I media statali del Myanmar hanno riferito mercoledì che i militari stanno cercando assistenza internazionale per contenere il coronavirus.

Le infezioni nel paese del sud-est asiatico sono aumentate da giugno, con 4.980 casi e 365 decessi segnalati mercoledì, secondo i dati del ministero della salute citati dai media statali. I medici e i servizi funebri aumentano il bilancio.

L’ONU ha stimato che solo il 40% delle strutture sanitarie del Myanmar è ancora in grado di funzionare. Molti medici e operatori sanitari si sono uniti al movimento di disobbedienza civile iniziato sulla scia del colpo di stato e sono stati presi di mira dai militari.

“Per avere una vaccinazione COVID regolare ed efficace e fornire assistenza umanitaria, è essenziale un attento monitoraggio da parte della comunità internazionale”, ha detto l’ambasciatore delle Nazioni Unite del Myanmar Kyaw Moe Tun, che parla per il governo civile eletto, durante la discussione del Consiglio di sicurezza.

Volontari della Croce Rossa della contea di Longchuan in Cina conducono test COVID in un centro di quarantena in un’area controllata dal KIO nel marzo 2021 [File: Yawng Htang/Al Jazeera]

“Pertanto, vorremmo chiedere alle Nazioni Unite, in particolare al Consiglio di sicurezza, di istituire urgentemente un meccanismo di monitoraggio guidato dalle Nazioni Unite per un’efficace vaccinazione contro il COVID e una fornitura regolare di assistenza umanitaria”, ha affermato.

Il Myanmar ha recentemente ricevuto due milioni di dosi in più di vaccini cinesi, ma si ritiene che abbia vaccinato solo il 3,2% circa della sua popolazione, secondo un tracker di Reuters.

La scorsa settimana, un lotto di dosi Sinopharm donate è arrivato dalla Cina, hanno detto le autorità del governo militare, ma sarebbero state prioritarie per coloro che vivono lungo il confine tra Cina e Myanmar.

La Cina ha anche fornito più di 10.000 colpi a un gruppo ribelle che opera vicino alla sua frontiera meridionale in Myanmar, mentre Pechino cerca di fermare l’afflusso di casi dal Paese. Alcune delle organizzazioni etniche che operano nelle terre di confine del paese hanno continuato le misure sanitarie COVID con l’aiuto cinese mentre la risposta nazionale è andata in pezzi dopo che i militari hanno preso il potere.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.