Elon Musk definisce le tasse dell’App Store di Apple una “tassa globale di fatto su Internet”

Elon Musk ha avuto un venerdì impegnativo su Twitter. Dopo aver negato categoricamente di aver mai parlato con il CEO di Apple Tim Cook in risposta a una storia selvaggia secondo cui aveva chiesto di assumere il ruolo di CEO della società come parte di un’offerta di acquisizione, Musk ha ora twittato il suo sostegno alla lotta di Epic Games contro Apple per Criteri dell’App Store.

“Le tariffe dell’App Store di Apple sono di fatto una tassa globale su Internet”, Egli ha detto. “Epico ha ragione.”

Epic è attualmente coinvolta in una battaglia legale con Apple, sostenendo che le sue regole dell’App Store, che consentono ad Apple di prendere una commissione del 30% su molte transazioni sull’App Store, sono sleali e anticoncorrenziali.

Forse mirando a sfruttare i grandi riflettori che Musk sta portando alla lotta twittando ai suoi 58,7 milioni di follower, il CEO Tim Sweeney, che è stato un avversario vocale di Apple su Twitter, ha pubblicato la sua ultima salva contro il produttore di iPhone appena 25 minuti dopo il tweet di Musk. “In futuro tutti i beni fisici avranno una presenza digitale e Apple imposterà e controllerà il commercio mondiale”, Sweeney ha detto. “Apple deve essere fermato.”

Apple ed Epic non hanno risposto a una richiesta di commento.

Epic ha affrontato Apple in tribunale per gran parte del mese di maggio e, mentre siamo ancora in attesa di un verdetto sulla causa, il processo stesso ha rivelato ogni sorta di informazioni interessanti. Epic ha anche intentato una causa antitrust contro Google sulle politiche del Play Store, anche se il caso si sta muovendo più lentamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.