Netflix imporrà le vaccinazioni COVID-19 sulle produzioni negli Stati Uniti

Netflix richiederà ai cast e ad alcuni membri della troupe delle sue produzioni negli Stati Uniti di essere vaccinati contro il COVID-19, una misura che arriva mentre la variante Delta continua a diffondersi in tutto il paese.

Scadenza prima segnalazione che il gigante dello streaming ha recentemente notificato ai suoi team di produzione che avrebbe richiesto la vaccinazione di cast e troupe che lavorano nella “Zona A” delle produzioni statunitensi. Scadenza ha descritto questa classificazione come comprendente sia i membri del cast sia coloro che sono in stretto contatto con loro. Secondo il rapporto, Netflix prevede di fare poche eccezioni alla nuova politica di vaccinazione, con esclusioni che includono età, motivi medici e religiosi.

Netflix ha confermato la misura a Il Verge ma ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Misure simili sono state prese da aziende tra cui Facebook e Google per i dipendenti che tornano nei loro uffici, e il presidente Joe Biden è dovrebbe annunciare giovedì che i dipendenti federali dovranno essere vaccinati o acconsentire a test regolari. Apple, nel frattempo, sta pianificando di ritardare una politica di ritorno al lavoro obbligatorio. La società inizierà anche a richiedere maschere nei negozi al dettaglio Apple sia per i clienti che per i dipendenti, indipendentemente dal loro stato di vaccinazione.

Questa settimana, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso nuove linee guida per alcune persone vaccinate, invitandole a indossare maschere in ambienti pubblici al chiuso nelle regioni con un alto numero di COVID-19. Un’impennata dei casi ha spinto la raccomandazione, invertendo le precedenti indicazioni di maggio mentre la variante Delta altamente trasmissibile continua a diffondersi.

Netflix è il primo grande studio ad annunciare una politica di vaccinazione obbligatoria per le sue produzioni statunitensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.